per specifiche informazioni di carattere medico o scientifico, potete visitare il sito ufficiale www.metododibella.org


Commenti scritti nel Forum

A parte il sen. Mc Cain, un'altra dolorosa perdita per lunga malattia: l'attore Antonio Pennarella, che si era visto in diversi film e in 'un posto al sole'.
postato da: Alida M. (RM) in data: 2018-08-28 11:12:27.0
Questa volta non potevano scrivere "Dopo lunga malattia" perché - e io lo ricordo per aver visto il video del Vice Presidente del Consiglio Luigi Di Maio -, riferì fin da subito la patologia.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/08/27/m5s-morta-la-deputata-iolanda-nanni-ex-consigliere-in-lombardia-si-era-candidata-alle-politiche-nonostante-la-malattia/4584869/

Quindi hanno gioco forza dovuto scrivere: "...era malata da diversi mesi ma...".

Ma, al di là di cosa vogliano scrivere anche in futuro, la cosa più drammatica e che alla deputata del M5S hanno "fatto compagnia" (scusate il sarcasmo anche fuori luogo, ma le morti per cancro sono diventate una vera pandemia altro che morbillo e quelle fesserie che ci propinano sulle vaccinazioni!) almeno altre 550 persone morte per cancro solo nella giornata di ieri.

Il calcolo, per chi leggendo il commento potrà storcere il naso, è semplice e lo riporto sempre. Circa 200.000 morti solo in Italia ogni anno. Ora:

200.000/365=547 al giorno nel cosiddetto best case (caso migliore, con copertura registro tumori intorno al 65-70% del territorio Nazionale).

Non è necessario avere una laurea per capire 'sti numeri.

Saluti
postato da: Michele (Frosinone) in data: 2018-08-28 10:02:22.0
Una domanda che vi faccio per la stima che ho in voi: che fiducia possiamo avere per il tempo che verrà con lo spettacolo giornaliero di disumanità e cinismo? Leggo in certe vostre frasi un minimo di luce. Voglio credere davvero che ci sia, ma sinceramente fatico a vederla.

Un caro saluto


Sig. Francesco,
Sono convinto che una delle strategie più sottili e ignobili di comunicazione sociale sia il cercare di far credere all'unanimismo di certo sentire e di certe opinioni. Ci creda, non é così. Molte più persone di quanto si possa credere dissentono, e pesantemente, su quanto certi ambienti cercano di farci digerire.


Di recente ho avuto la fortuna ed il privilegio di trascorrere una rasserenante serata, ospite di una giovane famiglia: marito e moglie (medici) ed i loro due bambini.
I loro giudizi sul mondo attuale, pur severi, sono stati dati sempre accompagnati dal rincrescimento, non da ostilità, ed anche nei confronti di qualche torto personale subìto non ho colto risentimento, ma solo dispiacere.
Sentimenti profondi e genuini, naturale affettuosità, gioia per essere stati utili  a persone bisognose di aiuto hanno costellato il tempo trascorso insieme.


Persone così esistono: rare, certamente, ma un po' meno di quanto vorrebbero farci credere. Questa serenità, che é serenità di spirito e alito di bontà connaturata, non deriva dall'essere risultati immuni alle insidie della vita e della malattia, e si é espressa compiutamente con la preghiera che la signora ha recitato insieme ai suoi cari una volta che ci siamo seduti a tavola. Le ho chiesto di ricordarmela inviandomene il testo, perchè mi é sembrata particolarmente dedicata a chi deve curarsi, ed intrisa di vero amore e fratellanza:


"Signore, Ti ringraziamo per questo cibo che è sulla nostra tavola e per l'abbondanza che c'è nella nostra famiglia.

Ti preghiamo di benedire questo cibo e i farmaci che assumiamo. Fa che non ne manchino mai a nessuno e che ci facciano crescere in età, sapienza e grazia.

Allontana il male dalla nostra famiglia e da tutte le famiglie del mondo, rendici immuni ad esso e fa che ognuno di noi possa, nelle tue mani, fungere esclusivamente da strumento di bene.

Ti chiediamo la guarigione corporale e spirituale di tutti coloro che si affidano alle nostre cure e preghiere. Abbi misericordia di noi tutti e del mondo intero
".


Finchè ci saranno persone così, avremo tutti ragione di sperare in un futuro migliore.

ADB

postato da: francesco d.D. (RM) in data: 2018-08-24 16:18:44.0
Avete nulla in contrario a riportare questo link?

http://www.renovatio21.com/vaccini-e-m5s-intervista-a-stefano-montanari/

Se ok, cosa ne pensate?


Non solo non abbiamo nulla in contrario, ma la ringraziamo della segnalazione.

Le infiltrazioni delle lobby farmaceutiche sono ubiquitarie, e là dove non c'é connivenza entrano in ballo minacce e intimidazioni che - bene rendersene conto una volta per tutte - non hanno limiti.
La nostra impressione personale é che nella timidezza e nei dietro front seguìti alle promesse, che tanta delusione hanno causato (noi non ci eravamo mai fatti illusioni), vi sia più errata "ragion di stato" che complicità.


Senza schiantare lo strapotere farmaceutico, qualsiasi speranza di ritorno della civiltà e della libertà rimarrà pura utopia. Il Male non si contrasta subendone passivamente la prepotenza, ma aggredendolo con decisione ed afferrandolo alla gola, costi quel che costi.

Saluti

ADB

 

postato da: Samantha B. (arezzo) in data: 2018-08-24 14:59:24.0
Un aggiornamento, visto che siamo in tema (i fallimenti di regola dell'oncologia):

http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/2018/08/21/morto-il-vignettista-vincino_0b0dd2f1-c9a1-4452-9c3a-0496070add2c.html
postato da: zazà DP (giugliano) in data: 2018-08-21 15:57:51.0
All'elenco riportato da Alida M. nel post precedente, io aggiungerei anche il Sig Mario Congiusta, ai più forse non dice nulla, però...

http://www.quotidianodelsud.it/calabria/cronache/cronaca/2018/08/20/morto-mario-congiusta-vita-giustizia-nessuna-verit-sullomicidio

o anche:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/08/21/mario-congiusta-morto-il-padre-coraggio-che-da-13-anni-chiedeva-giustizia-per-il-figlio-ucciso-dalla-ndrangheta/4572298/


Ma se vogliamo vedere la cosa a più "ampio spettro" ricordiamo sempre questi numeri.
In Italia:

- circa 1.000 persone ogni giorno ricevono una diagnosi di cancro;

- circa 550/600 persone ogni giorno muoiono per cancro.

Sarebbe proprio il caso di cambiare registro, come diceva il Prof Ermanno Leo poco più di 2 anni fa:

https://www.youtube.com/watch?v=507BGL250eM

Presumo che, in sintesi, voglia dire:

"Il plateau con l'attuale registro è stato raggiunto, oltre non si riesce più ad andare se non imbrogliando con dei dati farlocchi"

Saluti
postato da: Michele (Frosinone) in data: 2018-08-21 13:09:27.0
Il Dott. Giuseppe Di Bella parteciperà al congresso dell'Associazione Luca Coscioni a Milano, dal 5 al 7 Ottobre,

https://www.associazionelucacoscioni.it/notizie/comunicati/programma-del-xv-congresso-dellassociazione-luca-coscioni-la-liberta-ricerca-scientifica/

Chiedo conferma, perché in quell'associazione, riguardo al metodo Di Bella, spesso si sono levate voci conformi alla stampa main stream, o - come loro denunciano - di regime. Troppo spesso gli esponenti di quell'associazione si sono affiancati a questa stampa, un po' per ingenuità, un po' perché faceva comodo. Più volte ho scritto loro di prestare attenzione alle ricerche del Prof. Luigi Di Bella e al lavoro che, nel solco del padre, continuano i loro figli.
Saluti, Mario


In linea con sue perplessità: si tratta di un caso di omonimia che riguarda un esponente dell'associazione citata.

A prescindere dal caso chiarito, nessun invito risulterebbe più gradito o sgradito: a trovarsi in imbarazzo in caso di un eventuale ed improbabile invito a riunioni o convegni "politicamente corretti"....sarebbe solo chi non ha argomenti e quindi usa mentire, e non chi gli argomenti li ha ed é solito dire la verità. Questa la ragione per cui certi ambienti evitano con attentissima diligenza di creare occasioni per un contraddittorio, e delegano compiti vergognosi a trolls di vario rango.....

Un caro saluto

STAFF D.B.I.

postato da: Mario (Torino) in data: 2018-08-21 12:12:33.0

Il mestiere di "troll".


Consigliamo a tutti la lettura, seguita da opportune riflessioni, di quanto di seguito riportato, tenendo ben presente che é legittimo pensare ad una diffusissima categoria di "troll ufficiali", anche se diversamente denominati, che dietro obolo monetario o carrieristico scrivono pro e contro senza la minima esitazione od il minimo scrupolo morale.

_____________________________

Pagato dalla casta per creare disordini online: "Ecco chi sono e perchè lo faccio"
Si tratta di un provocatore del web, uno dei cosiddetti troll. Con la sostanziale differenza che lui è un professionista del settore, che per mestiere crea disordini online, indirizza le discussioni, manipola - secondo quanto gli è stato ordinato - il senso delle cose. L'assurdo? Viene pagato da un gruppo economico legato trasversalmente a tutti i partiti. Ecco la sua storia in un'intervista di Francesco Lanza.

"Lo incontriamo in un bar in centro a Milano. Sul tavolo ha poggiato uno smartphone e un tablet. Non ci dice né il suo nome, né il suo nickname.

Vivi sempre connesso?

Purtroppo sì. Abbiamo un software che ci consente di monitorare le discussioni a cui partecipiamo e quando c'è una notifica abbiamo poco tempo per rispondere. Se lasciamo "andare" o ritardiamo, ci viene scalato dal compenso.

Quanto guadagni per fare questa attività?

Beh, dipende. Se sono efficiente anche 4-5mila euro al mese.

Sono un sacco di soldi.

Sì, ma è una vita tremenda. Devi leggere decine di blog, forum, account facebook, tweet. Giorno e notte. Alcuni di noi non reggono, dopo un po' i loro nick "spariscono", non c'è modo di sapere che fine abbiano fatto.

Chi vi paga?

Un grosso gruppo economico legato trasversalmente a tutti i partiti. Ma non posso dire altro.

Ce ne sono molti come te?

Siamo un centinaio in tutta Italia, ma siamo divisi per competenze.

Nel senso che tu, per esempio, provochi e insulti solo specifici bersagli?

No, nel senso che ci sono provocatori e contro-provocatori. Ti faccio un esempio. Metti che tu sia il portavoce di un partito X. Scrivi un post e io arrivo aridicolizzarti. Ovviamente ne nasce una discussione nella quale chi è contro di te in maniera "naturale", prende coraggio e viene allo scoperto. Aspetta.

Lo smartphone ha una luce blu che lampeggia, vuol dire che c'è una notifica. Prende, legge velocemente e con uguale velocità posta una qualche risposta, chissà in quale post o in quale discussione.

Una sorta di "effetto domino".

Esatto. Ovviamente ci sono quelli che sono a favore del Partito X e che ti difendono. Poi, non so se l'hai mai notato, salta fuori qualcuno che difende il Partito X, ma lo fa in modo idiota e scomposto, con una marea di punti di sospensione, maiuscole, punti esclamativi e via dicendo...

Sì, che tu pensi: "Ma allora sono tutti idioti".

Perfetto. Quelli sono sempre nostri colleghi. Semplicemente agiscono con una psicologia inversa. Il loro scopo è proprio quello di far sembrare i tuoi sostenitori degli imbecilli. Così come io faccio da "stura" a quelli che sono contro di te in maniera "genuina", diciamo, allo stesso modo loro fanno da stura ai tuoi estremisti, e globalmente ne vieni fuori screditato. Basta un provocatore come me e un contro-provocatore che fanno finta di litigare, per sputtanarti una discussione o un post.

Questa è troppo grossa, non posso crederci.

Sei libero di non crederci. Comunque loro prendono molto di più di noi. Sono veri professionisti, copywriter di altissimo livello. Se ci pensi, hanno creato un linguaggio.

Ma tu, politicamente, come hai votato?

Ho votato contro la Ka$ta. Ma il lavoro è lavoro. Ci sono le cose da pagare, ho moglie e figli. Quei soldi mi fanno comodo.

Cosa facevi prima?

Correggevo bozze in una casa editrice. Ora le bozze le fanno correggere nei paesi dell'Est, sottocosto. Cosa dovrei fare?

Ci salutiamo, insiste per pagare lui il conto. Mette nella borsa il tablet e si incammina, guardando lo smartphone e continuando a digitare".

 

https://www.infiltrato.it/interviste-interviste/pagato-dalla-casta-per-creare-disordini-online-qecco-chi-sono-e-perche-lo-faccioq

postato da: STAFF D.B.I. (Modena) in data: 2018-08-21 06:43:43.0
Bentornato staff bentornato dibellainsieme.
E' bastato un breve periodo di sosta per altri 4 morti celebri per lunga malattia:

Rita Borsellino, Claudio Lolli, Aretha Frankin, Kofi Annan.
postato da: Alida M. (RM) in data: 2018-08-20 12:30:18.0
Giovedì 9 agosto h 21,00
presso la chiesa di S. Guido - Lido delle Nazioni (FE)

CONFERENZA del Dott. Giuseppe Di Bella su:

"Cause, e prevenzione farmacologica dei tumori "


Verranno trattati i seguenti argomenti:

-cause del progressivo ed esponenziale incremento dell'incidenza dei tumori, di ordine chimico, fisico, infettivo, psicologico-emotivo (psico-immuno-neuro-endocrino);
-cause dietetiche e comportamentali;
-prevenzione farmacologica dei tumori mediante molecole biologiche le cui proprietà antitumorali nella prevenzione e terapia dei tumori sono ormai ampiamente documentate in letteratura.

Si evidenzieranno il loro meccanismo d'azione sinergico fattoriale e gli effetti collaterali antidegenerativi, immunomodulanti, antinvecchiamento.

postato da: STAFF D.B.I. (Modena) in data: 2018-08-07 15:05:34.0
Ci é stato segnalato questo filmato, che proponiamo molto volentieri ai frequentatori:

https://www.byoblu.com/2018/06/23/vaccini-esclusivo-ecco-la-ricerca-di-montanari-apprezzata-da-salvini/
postato da: STAFF D.B.I. (Modena) in data: 2018-08-01 14:41:21.0
Vista la sospensione temporanea delle attività del DBI, non so se riceverete questo messaggio, ad ogni modo lo scrivo lo stesso.
La pubblicazione:

Mechanisms Underlying Tumor Suppressive Properties of Melatonin

in sostanza questa:

http://www.mdpi.com/1422-0067/19/8/2205

riporta chiaramente, oltre che nel titolo, anche nelle conclusioni:

"The report ends with some general conclusions concerning the clinical value of melatonin which has been rather overlooked and understudied."

ovvero, in buona sostanza:

"Il rapporto termina con alcune conclusioni generali concernenti il valore clinico della melatonina, che è stato piuttosto trascurato e poco studiato."

Queste conclusioni in alcune parole ricordano, per certi versi, un po' l'editoriale di Mullner sul BMJ nei confronti della pseudo-sperimentazione del 98. Infatti in quell'editoriale del '98 frasi come:

" [...] Questo studio, tuttavia, avrebbe potuto essere progettato meglio. Gli sperimentatori non hanno rilevato alcuna evidenza di importante risposta clinica"

oppure:

"Le difficoltà nella randomizzazione-reclutamento sono ragioni deboli."

o ancora:

"Il progetto di questa sperimentazione è fallace..."

sembra quasi che si "sposino" con le conclusioni della pubblicazioni sopra riportata.

La suddetta pubblicazione, oltremodo, presenta interessanti caratteristiche:

1) È stata condotta in 2 centri sicuramente non di "serie B":

- Center for Occupational and Environmental Health, Department of Medicine, University of California, Irvine, CA 92697, USA

- Department of Pharmaceutical Sciences, Western University of Health Sciences, Pomona, CA 91766, USA

2) Pubblicano per International Journal of Molecular Sciences, ovvero la medesima rivista della vostra pubblicazione:

Melatonin anticancer effects: review

cioè questa:

http://www.mdpi.com/1422-0067/14/2/2410

3) Infine citano, al riferimento 75, esplicitamente il MdB di preciso nella pubblicazione:

Recurrent Glioblastoma Multiforme (grade IV - WHO 2007): a case of complete objective response - concomitant administration of Somatostatin / Octreotide, Retinoids, Vit E, Vit D3, Vit C, Melatonin, D2 R agonists (Di Bella Method)

cioè questa:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26071580

Ovvero come ottenere 3 macrorisultati in 1. A questo punto solo chi non vuole vedere e/o leggere continuerà a far finta di nulla.


Saluti


Caro Michele,
Quando si tratta di dare una gioia a certi ambienti che ci seguono con  inflessibile assiduità, non badiamo alle formalità....


Sembra in atto in ogni campo un braccio di ferro tra verità di assoluta evidenza - come quella che emerge da quanto riporta - e l'insolente arroganza di chi crede di poter imporre sempre e comunque la propria "verità": cioé la menzogna.
Che dire? Speriamo che il Padreterno, oggi tanto vilipeso e tradito da certi Suoi pretesi rappresentanti, aiuti l'umanità a liberarsi da mercanti, parassiti e mercenari, che la stanno soffocando.

Grazie delle belle notizie che comunica a noi tutti.

P.S.
Se ce ne fossero altre analoghe.....rialzeremo subito la serranda!


ADB

postato da: Michele (Frosinone) in data: 2018-08-01 09:50:26.0

AVVISO

Il DiBellaInsieme sospenderà la sua attività per alcuni giorni.
A causa di attività di riordino interno risulterà limitata anche la sua visibilità on line.

STAFF D.B.I.
postato da: STAFF D.B.I. (Modena) in data: 2018-07-31 05:44:50.0
Buongiorno, ho letto che i galenici preparati dalle farmacie accreditate vengono sottoposti a controlli periodici. Vorrei sapere se questi controlli riguardano anche l'eventuale presenza di acetone nella soluzione di retinoidi.

So che se preparati a regola d'arte questa evenienza è impossibile e che solo in quella pagliacciata che pretendono di chiamare sperimentazione poteva succedere una cosa simile... Però nel dubbio che ci possa essere qualche farmacia che fa errori nella preparazione  vorrei sapere se questo controllo è previsto, considerato che l'eventuale presenza di acetone oltre a invalidare l'efficacia dei retinoidi è anche cancerogeno. Grazie


Abbiamo risposto a una domanda analoga qualche tempo fa.
In realtà l'acetone veniva adoperato raramente dalle  farmacie accreditate anche 20 anni fa. Già allora usavano come solvente l'alcool etilico.

I controlli periodici valutano naturalmente anche la presenza di tracce di solvente. Sia per la Soluzione di retinoidi che per la melatonina coniugata, viene inoltre controllata l'esatta percentuale prescritta dei rispettivi componenti.

Cordiali saluti

STAFF D.B.I.

postato da: Angelica (Lecce) in data: 2018-07-30 09:38:56.0
Buonasera, sono la persona che ha scritto il post sulle "verità inconfutabili", credo di essere stata fraintesa e rileggendo il mio commento mi rendo conto che sembrava una provocazione piuttosto che una richiesta di aiuto. Sento di dover chiarire, per ricambiare la vostra correttezza e perché tutto volevo fare tranne offendere la memoria del Professore.
Io avevo solo bisogno di approfondire l'argomento MDB (non sto qui a dire i motivi perché sarebbe una storia lunga...) andando al di là di quanto viene detto su questo forum. Se si cerca su internet senza sapere cosa e come cercare si trovano solo informazioni distorte, che ci crediate o no è questo che mi ha spinto a scrive sul forum: avevo bisogno di aiuto..
E me lo avete dato.
1. Non ero a conoscenza dell'esistenza dei rapporti ISTISAN (scusate l'ignoranza), leggerli mi ha aperto un mondo e la realtà,  in quanto a squallore, supera di gran lunga la fantasia. Partendo da questi documenti sono riuscita a trovarne altri, mi sono letta i protocolli della sperimentazione, le varie interrogazioni parlamentari, e se prima supponevo che vivessimo in una realtà schifosa, dove x soldi e potere non si guarda in faccia a nessuno, ora ne ho la certezza!
2. L'articolo di Mullner non sono riuscita a leggerlo perché il sito del BMJ mi chiedeva se fossi abbonata o volessi acquistare l'articolo.

Tutta la storia che ruota intorno al MDB é talmente assurda che davvero si fa fatica a crederci, e fa anche "paura" rendersi conto che per soldi:   hanno denigrato un grande scienziato  (oltre che un grandissimo uomo), e che si continua a far morire gente (tra cui bambini) senza fare nulla ma anzi cercando di sopprimere una cura che potrebbe salvare vite.
Scusate se mi sono dilungata ma mi sembrava doveroso chiarire..

Grazie ancora


Siamo lieti di pubblicare il suo chiarimento.
Lei non ha affatto offeso la memoria del Prof. L. Di Bella. Non l'hanno offesa nemmeno argomentazioni che, senza voler essere polemici, si leggono su certi siti, in quanto risultano offensive solamente per gli autori.

In accordo con quanto osserva, effettivamente appare incredibile il livello di disinformazione e mistificazione al quale si può arrivare. Ponendo accanto il coro di voci contrarie e mistificatorie (delle quali non vengono pubblicate le documentate smentite), si può abboccare all'amo de "la pensano tutti così/'quelli' sono una setta di isterici", se il lettore non é più che attento.

Pensi ad un tema diverso, asino di battaglia di certa politica, grazie a Dio sempre più impopolare: la cosiddetta "accoglienza". Se lei ascolta notiziari e la rassegna stampa, si fa l'idea che l'ottanta per cento degli italiani accorra a braccia aperte ad accogliere i clandestini (si chiamano così, e non in altro modo); se sente invece quello che dicono, scopre che l'ottanta per cento degli italiani li reimbacherebbe all'istante con rotta Sud.
Lo sanno tutti, ma é proibito dirlo. C'era una canzoncina di altri tempi il cui testo recitava: "si fa, ma non si dice...!".
Ecco, questo oggi é ritenuto essere la democrazia....

Quando le voci che si sentono sono esclusivamente quelle gradite o sovvenzionate, ed a quelle dissonanti non é consentito farsi sentire, il gioco é fatto.

Nel nostro piccolo non abbiamo mai censurato la parola di nessuno, se educata, e sempre siamo stati in grado di precisare e rendere reperibili le fonti delle affermazioni che siamo soliti fare. La ragione l'ha chi può permettersi di farlo; il torto chi no.

C'é anche un altro convincente argomento a nostro favore. Di testimoni a favore ne troverà a centinaia. Di testimoni contrari nemmeno uno. Come mai?
Trovare invece testimoni favorevoli agli sfornatori di statistiche, é davvero impresa temeraria, nonostante che - volendo prestar loro fede - dovrebbero essercene milioni!

Concludiamo la nostra risposta con la citazione di un articolo esattamente di vent'anni fa:
"E' possibile che tutte le persone che hanno dichiarato la propria guarigione dal tumore grazie alla terapia Di Bella siano bugiardi? E' davvero sostenibile che la terapia vale meno di zero, nonostante le numerose testimonianze a favore?"
(Guglielmo Pepe - inserto ‘Salute' di Repubblica agosto '98).

Cordiali saluti

STAFF D.B.I.
ADB

postato da: Emanuela (Lecce) in data: 2018-07-29 13:30:45.0
Vince il ricorso ed ottiene gratuitamente la cura Di Bella

http://www.mesagnesera.it/vince-il-ricorso-ed-ottiene-gratuitamente-la-cura-di-bella/

Scritto da: Giuseppe Messe 28 luglio 2018


"Per il terzo anno consecutivo la signora Anna Lorusso ha vinto il ricorso contro l'Asl ottenendo dal Tribunale di Brindisi la cura Di Bella gratuita. Nel ricorso, l'avv. Antonio Passaro, legale della signora, ha dimostrato l'efficacia della terapia che alla data odierna ha scongiurato qualsivoglia recidiva dell'aggressivo cancro mammario che aveva determinato la mastectomia totale".

 

Grazie della segnalazione, che non mancherà di riempire di letizia i ricercatori di verità inconfutabili.

STAFF

ADB

postato da: Lillo B. (MC) in data: 2018-07-28 17:07:54.0
Sotto l'ombrellone, sfiorata da un fresco e piacevole venticello, immersa nella lettura di un vecchio libro che ho acquistato in un mercatino di antiquariato, ho, involontariamente, divulgato le mie povere conoscenze sul MDB.
Il libro "l'uomo. La cura. La Sperimentazione" con la scritta in copertina DI BELLA, ha attirato l'attenzione di alcune persone, vicini di ombrellone; in un modo o nell'altro mi hanno fatto timidamente domande, il che mi ha fatto un piacere immenso, perchè ho potuto far conoscere il Metodo e approfondirlo con chi già ne aveva sentito parlare. In pratica, in poco tempo, si sono accese le discussioni, dai più scettici, che ne avevano sentito parlare, a coloro che non ne sapevano nulla ed erano curiosi di sapere.

Certo è che sono molte le persone che conoscono il MDB, ma tanti, soprattutto i giovani, che non ne sanno nulla, o che ne hanno sentito parlar male e in modo distorto. Mi è piaciuta questa cosa, ho acceso la curiosità in molte persone che, sicuramente da oggi, inizieranno a parlarne e a cercare di approfondire l'argomento. Non voglio dare false speranze ma la possibilità alla gente di credere nella magnificenza di una realtà scientifica che va al disopra degli interessi e delle speculazioni, capace di offrire a ognuno di noi la possibilità di curarsi come si preferisce: la tanta agognata libertà di cura. 

Un caro saluto a voi tutti, e buon lavoro, io da parte mia faccio del mio meglio.


Non abbiamo ben presente il libro da lei acquistato. In ogni caso oggi qualsiasi scritto che non sia espressamente e graniticamente contrario al Mdb - il che significa fatalmente mistificatorio - viene considerato tabù.

Non é questa l'unica "criminal-fake" del nostro tempo, ma sicuramente é la più grave. Fino a quando la collettività non spaccherà la testa ai pifferai sacri e profani...del nostro tempo (ai quali, fortunatamente, dà sempre minor credito), libertà e civiltà continueranno a procedere in picchiata.

Quanto lei con spontanea pacatezza ha fatto, se emulato da dieci, cento, mille altre persone, salverà molte vite e svelerà tanti re nudi.

Un caro saluto

STAFF D.B.I.

ADB

postato da: sandra (Foligno) in data: 2018-07-28 16:58:37.0
Non essendo riuscito a seguire la puntata di ieri sera sulla Prevenzione dei Tumori chiedo cortesemente se riusciste a comunicarmi il link. Ringrazio anticipatamente.

In realtà c'é stato un disguido, in quanto ieri sera non era in programma la trasmissione annunciata.
Può comunque seguire il contenuto dell'intervento annunciato su questo link:
https://www.youtube.com/watch?v=ANTfj_EnKaw

Ci sembrava doverosa la precisazione non solo per rispondere alla sua richiesta, ma anche per non deludere alcuni appassionati frequentatori che costantemente ci seguono e fanno seguire, e che
sono veramente instancabili nella ricerca di verità inconfutabili.

Un caro saluto

ADB

postato da: Luca (Ferrara) in data: 2018-07-27 19:00:12.0
Letto su FB Mdb:

"Buongiorno a tutti.Piccolo aneddoto.Oggi andando dal medico di famiglia per le ultime ricette prima delle ferie,mi accorgo che è chiusa per ferie.Rivolgersi a 2 colleghi del paese vicino.Vado dal primo che mi viene più vicino (Garbagnate Milanese).Mentre compila le ricette il discorso cade sul Metodo Di Bella che sta salvando mia moglie.Risposta:"non mi dica niente,sono favorevole,ho una paziente che è in regressione da un tumore intestinale,bravo".B R I V I DI,non so scrivere altro.".

Ma perché questi medici non tirano fuori i c..(omissis) e parlano? Quanti ce ne sono di casi così?
Ce la vogliamo noi la tirannia stando zitti!


La pensiamo anche noi come lei. Un medico ha prima d'ogni altra cosa doveri etici: tra questi la verità a qualsiasi costo.

Saluti

STAFF

postato da: Sarina L. (Barcellona P. di Gotto) in data: 2018-07-27 16:33:08.0
Buon giorno a voi e a tutti gli iscritti.
Saprete ormai di una dichiarazione di familiari di S. Marchionne che finalmente taglia la testa al toro: sapeva cosa aveva da più di un anno, e aveva fatto chemio, con l'esito sotto gli occhi di tutti.

Forse é questo ennesimo clamoroso fallimento ad avere suggerito una strategia di attacco anziché di difesa. Leggo in questa chiave certi interventi di trolls ai quali avete risposto come si doveva.

Molti nemici, molto onore, specialmente quando i nemici sono come questi.....

Un cordiale saluto, ricordando ogni giorno della mia vita che devo al mdb la vita di una persona tanto cara.
Fabrizio



Ci farà cosa grata se ci informerà del positivo caso familiare al quale accenna. Cogliamo anche l'occasione per ricordare a persone passate attraverso analoghe esperienze che inviandoci la documentazione clinica del proprio caso non solo si potrà contare sul segreto professionale più rigoroso, ma si aiuteranno altre persone a salvarsi.
In una parola, non é un "favore" che fate a noi, ma un aiuto che darete a tutti i malati.

Quanto ai trolls cui accenna, ripetiamo quanto già scritto in un nostro precedente commento: se sono contenti andando in giro a fare i buffoni mascherati da fake-busters, è affare e problema loro, non nostro.

Triste dover fingere di essere qualcuno, quando non si è nessuno. Ed ancora più triste partire per bastonare e tornare (ben) bastonati.....

Un cordiale saluto

STAFF D.B.I.

postato da: Fabrizio M. (BO) in data: 2018-07-27 14:42:48.0
AVVISO
26.7.2018

Questa sera alle ore 21,00, sull'emittente TV "TELECOLOR" (oltre che in diretta Facebook e online sul sito www.Telecolor.net.), verrà trasmessa una puntata dello speciale "Medicina Amica" in cui il Dott. G. Di Bella anticiperà alcuni contenuti del libro sulla "Prevenzione Farmacologica dei Tumori", di imminente pubblicazione.

TELECOLOR è visibile sui seguenti canali:

Lcn 18: Lombardia, Emilia e Piemonte orientale.

PRIMARETE LOMBARDIA

Lcn 89: Lombardia
Lcn 184: Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli, Trentino, Abruzzo, Lazio, Emilia Romagna e Marche.

Si potrà seguire anche sui canali regionali:
èTV Bologna LCN 10,
èTV Marche LCN 12;
e sui canali nazionali: Telecampione LCN 75 e Rete 82 LCN 82;

Oppure collegandosi al sito :
http://www.telecolor.net/tv-diretta/

postato da: STAFF D.B.I. (Modena) in data: 2018-07-26 16:00:33.0
La morte di Sergio Marchionne ha colto di sorpresa l'informazione benpensante e obbediente.
La notizia dell'operazione alla scapola ha fatto guardare la gente negli occhi, perchè tutti si sono sentiti presi in giro.
Poi con fatica si riesce a sapere come sono andate le cose: sapeva da mesi di avere un tumore e lo aveva confidato agli amici e lo aveva comunicato a chi di dovere. Quindi la commedia recitata male deriva dal fatto che la notizia era riservata ed é trapelata solo quando non ne hanno potuto fare a meno.
Cosa ne pensate?


Avremmo preferito non occuparci della vicenda, tanto eravamo rimasti dispiaciuti per un epilogo così ingeneroso.
Il comportamento dei mass media é stato di una viltà e stolidità incredibili, fornendo l'ennesima conferma di un vero e proprio "clima di terrore" vigente sulla morte per tumore di personaggi famosi. Il servilismo ha esposto notiziari televisivi e stampa nazionale al culmine del ridicolo.

E non sono state da meno certe excusationes non petitae dei sanitari interessati, i quali hanno tenuto a precisare che il loro illustre (e malcapitato) paziente non era morto di tumore, ma di collasso cardiaco!! Anche un profano sa che non si muore mai di tumore, ma delle conseguenze del tumore (o delle "cure" solitamente praticate): ictus, infarto, collasso, blocco renale, edema e via dicendo.

Il motivo della pruderie mediatica é palese: come mai chi ha conoscenze altolocate ed a livello internazionale ed é plausibilmente monitorato con attenzione soccombe al tumore esattamente come l'anonimo cittadino? Questo pensiero gira, incensurabile, nella mente di tutti, e mina la fiducia nell'oncologia sovvenzionata e nel business collegato.
In altre parole, vicende come questa dimostrano che la grande menzogna sulla curabilità del cancro é il piedistallo fondamentale di un'intera società ipocrita, liberticida, menzognera, depravata, con i suoi instancabili slogan fasulli.

Un caro saluto

ADB

postato da: F.A. (TV) in data: 2018-07-26 12:47:33.0
Buonasera, é da un po' che vi leggo anche se é la prima volta che scrivo. Una premessa: ho molta stima in voi e nel lavoro che fate e voglio credere in quello che dite, ma per natura sono portata a non prendere mai per buono quello che viene detto ma a cercare per quanto possibile la verità.

Sono d'accordo con il Dott. Giuseppe Di Bella quando dice che bisogna cercare le verità inconfutabili anche se al giorno d'oggi è molto difficile capire quale sia la verità e quali le fonti attendibili. Questa voglia di andare al di là di ciò che viene detto mi spinge a scrivervi.

A parte le informazioni che fornite voi se si cerca altrove è difficile trovare qualcosa di positivo sul Metodo Di Bella anche perchè è difficile trovare in rete siti attendibili. Dato che il Dott. Giuseppe Di Bella in alcune interviste ha detto che riviste internazionali (se non sbaglio il BMJ) hanno sottolineato che la sperimentazione del '98 è stata scorretta da tutti i punti di vista, ho provato a cercare qualcosa e a dire il vero dei pochi articoli che ho potuto visionare sulle riviste mediche più autorevoli non ho trovato nulla di positivo sul metodo ma solo critiche molto simili a quelle che leggo nei siti italiani.

Sul BMJ ho trovato il seguente articolo: https://www.bmj.com/content/318/7178/224     in cui non solo si parla bene di come sarebbe stata fatta la sperimentazione in Italia ma tra l'altro viene detto che:

"Eighty patients who had not had previous chemotherapy were enrolled in two of the trials. Only one pancreatic cancer patients showed any response, and no response was seen in lung cancer patients who had not previously had chemotherapy"... volevo sapere se è vero che nello studio sono stati arruolati anche 80 pazienti non chemiotrattati e che solo su 1 si sono avuti risultati.  Un'ultima cosa: potete indicarmi qualche fonte attendibile ( anche estera) in cui si parla del Metodo Di Bella? Grazie mille


Per noi é un piacere servire di barba e capelli i soloni a cottimo, per i quali sarebbe più appropriato parlare di tricotomia.

"...al giorno d'oggi è molto difficile capire quale sia la verità e quali le fonti attendibili", lei scrive. La sua affermazione é da precisare. E' difficile solo se si prescinde dal fondamentale concetto della scientificità e ci si fa accalappiare da slogan.
INFATTI:

=E' vero o é falso che esistono decine di migliaia di lavori sia sperimentali che clinici i quali dimostrano inequivocabilmente l'efficacia antitumorale di tutti i componenti Mdb? E' lecito ed etico, per un giornalista o un medico, continuare a salmodiare che il Mdb é privo di basi scientifiche?

=E' vero o é falso che era stato documentato fin dal 1990 che somatostatina ed analoghi inibivano la crescita tumorale?

=E' vero o é falso che il Nobel Schally e allievi hanno pubblicato parecchi lavori, a partire dal 1998, nei quali si dimostra che in tutte le forme tumorali somatostatina e analoghi sono essenziali ed irrinunciabili?

=E' vero o é falso che pretesi luminari ripetono che non esistono recettori della somatostatina se non in rari tumori di origine neuroendocrina, quando é stato dimostrato da un putiferio di lavori che questi recettori esistono in qualsiasi tipo di tumore? Come mai continuano a dire falsità continuando ad occupare posti di responsabilità e cattedre, invece di essere destituiti per falso e indegnità?

"...al giorno d'oggi è molto difficile capire quale sia la verità e quali le fonti attendibili":
No, non é così. Lei ritiene attendibile quanto dichiarato fino a non molti anni or sono dall'oncologia nazionale circa un 50% e passa di guarigione, mentre gli studi di sopravvivenza pubblicati (guarda caso da BMJ) certificano solo un 29% di sopravvivenza a 5 anni con tutte le terapie combinate disponibili? E, visto che i critici Mdb spesso difettano di conoscenze in campo matematico, veniamo in aiuto: 29% significa che meno di 3 malati di cancro su 10 riescono a trascinarsi fino a 5 anni!

E come la mettiamo con il rapporto Morgan (solo 2%  di efficacia della chemio nel prolungare la sopravvivenza a 5 anni dei 22 più diffusi tipi di tumore)?

A chi credere: a chi negava e nega la presenza di recettori della somatostatina e la sua efficacia ribadita da innumerevoli autori (Nobel compresi...) e parlava di 50% e passa di guarigioni? Chi racconta balle? E continua a raccontarle ai pazienti prima che firmino il consenso informato?

Quanto al BMJ che lei cita: quando in uno dei nostri due link citati nella risposta al precedente ed empatico...commento riportiamo che condizione basilare di arruolamento era che i pazienti fossero "non trattabili o non più trattabili", diciamo cosa esatta o falsa? Lo sa che i rapporti Istisan sono tuttora reperibili on line?
Ripetiamo: abbiamo detto una verità o una falsità?
Non trattabile o non più trattabile, cosa significa.....?

=E aggiungiamo infine la cosa principale: é serio, é legale, é corretto tacere all'opinione pubblica che per la prima volta nella storia della medicina una terapia - seppure applicata parzialmente e come peggio non si poteva - era riuscita a prolungare la vita di malati terminali (per i distratti ripetiamo: 167 su 347, pari al 48%, a fine sperimentazione; 88, pari al 25%, 14 mesi dopo)? Non le sembra che questo dovesse essere l'annuncio che avrebbe dovuto farsi?

Ma andiamo avanti.
In una delle discussioni linkate abbiamo indicato esattamente la percentuale dei non pretrattati: 74 pazienti, pari al 21% del totale. Ma informiamo bene i lettori sulle condizioni dei non pretrattati:

=sezione protocollo: "ca. polmonari IV° stadio in progressione". Ci siamo capiti? IV stadio ed in progressione, tanto per non correre rischi....... L'unica cosa non precisata é se i pazienti avessero ricevuto l'estrema unzione.
Ma - a proposito di spararsi sulle scarpe..... - qui c'é davvero da sbellicarsi: la % sopravvivenza a 90 giorni fu per i pretrattati del 44,2%, per i non pretrattati del 64,7%! Quindi perfino una sperimentazione organizzata esclusivamente per liberarsi del Mdb (e non ci sono riusciti...) ha dovuto documentare che i pazienti non pretrattati rispondono meglio dei pretrattati!!!
Qui con tutte le scarpe bucate dai proiettili bisogna andarsene a comprare a carrettate!

=28 ( protocollo: "ca. esocrino pancreas"). La risposta parziale (oltre il 50% di diminuzione del tumore entro 3 mesi), nonostante 3 farmaci sugli almeno 10 impiegati nel Mdb ha del clamoroso, così come la sopravvivenza a 1 anno del 39% contro lo 0% riportato su un articolo del BMJ (già...proprio del BMJ) citato nel protocollo, articolo dove si recita che "...quasi tutti i pazienti muoiono entro 6 mesi e praticamente tutti entro 1 anno". Va bene così?

Singolare anche quanto scrive successivamente:
"...
dei pochi articoli che ho potuto visionare sulle riviste mediche più autorevoli non ho trovato nulla di positivo sul metodo ma solo critiche molto simili a quelle che leggo nei siti italiani...".


Quali siti italiani, per favore? quelli di certi compro-oro sotto processo per diffamazione.....? O di chi scende e sale le scale di certi chiacchierati farmacologi?

=Come mai, se come dice non si presta credito al Mdb...diverse riviste scientifiche internazionali, tutte peer review, hanno pubblicato oltre 1.000 casi clinici trattati positivamente con l'odiata terapia....?

=E come mai é una pioggia continua di citazioni di lavori sul Mdb, sperimentali e clinici (compresi quelli di oltre 30 anni fa del Prof. Luigi Di Bella)??? Forse le é sfuggito?


Il credito ......dell'ufficialità oncologica, é forse basata sull'ormai endemico "...é morto dopo lunga malattia" (vedi il tristissimo caso di S. Marchionne, del quale si é tentato pateticamente di nascondere la morte per tumore polmonare: tanto per cambiare)? 


Potremmo parlare a lungo, ed in lungo ed in largo. Non conviene davvero fare i furbetti (o tentare di farlo) quando si hanno milioni di armadi pieni di scheletri.....

Ma é singolare che lei dimentichi i punti fondamentali del fondamentale editoriale apparso sul BMJ, per cui, a suo beneficio (cosa di cui siamo sicuri ci sarà grata), ricopiamo quanto riportato a suo tempo in una nostra discussione:

BRITISH MEDICAL JOURNAL - Marcus Mullner ("Di Bella`s therapy: the last word?" - BMJ, 1999, 318, 208).

"..Questo studio, tuttavia, avrebbe potuto essere progettato meglio
Gli sperimentatori non hanno rilevato alcuna evidenza di importante risposta clinica e il trattamento è stato interrotto nell`86% dei pazienti a causa di progressione di malattia, tossicità o morte.
Il nostro parere è che la maggior parte dei clinici giudicherà convincente questa sperimentazione, ma essa non è perfetta. Noi non siamo in grado di sapere se i pazienti inseriti in questi studi (tutte le persone che avevano chiesto di essere sottoposte al trattamento Di Bella) fossero rappresentativi, né sappiamo se i controlli (cioè i pazienti eventualmente sottoposti a placebo o a trattamenti convenzionali) avrebbero risposto meglio oppure peggio. I ricercatori avrebbero dovuto condurre la sperimentazione con studi controllati e randomizzati.
Perché questi studi non sono stati randomizzati?
Anche se alcuni esperti rivendicano che gli esperimenti clinici di fase II di solito sono non comparativi, e sebbene gli autori sostengano di avere usato questi studi per valutare l`opportunità di eventuali studi randomizzati, il miglior modo per evitare errori e pregiudizi sarebbe stato quello di randomizzare i pazienti suddividendoli in gruppi da trattare e in gruppi di controllo.
I motivi che in genere vengono addotti a giustificazione della non randomizzazione dei pazienti sono la difficoltà del reclutamento, i costi, il tempo e ragioni di ordine etico.
Le difficoltà nella randomizzazione-reclutamento sono ragioni deboli. ...Gli autori della ricerca sostengono che i pazienti non sarebbero stati forse d`accordo a far parte di gruppi di controllo-confronto con diversi trattamenti (o, in questo caso, con placebo) in modo randomizzato. Ma è veramente così?...
Indiscutibilmente sarebbe stato meglio valutare la terapia Di Bella in un minor numero di tipi di cancro, ma c`era evidentemente l`urgenza di valutare l`attività del trattamento in una vasta tipologia di tumori. Gli autori sostengono inoltre che non avrebbero potuto condurre studi randomizzati per ragioni etiche, ma queste ragioni etiche non sono chiare.
In realtà, si potrebbe affermare che è proprio il progetto scadente di questo studio a non essere etico.

Il tempo è stato forse il fattore più influente, poiché c`era una crescente pressione dell`opinione pubblica sul Ministero della sanità italiano affinché fosse chiarito al più presto questo problema.
Il progetto di questa sperimentazione è fallace...".

Adesso sa a chi credere.

Buona serata


STAFF D.B.I.

postato da: emanuela (lecce) in data: 2018-07-25 16:55:33.0
Buonasera, ho sempre sentito parlare della sperimentazione vergognosa che è stata condotta nel '98 e pensavo che questa fosse l' unica. Ma è vero che successivamente fu condotta una seconda sperimentazione dalla Regione Lombardia e che anche questa ha dato risultati negativi? Grazie

La sperimentazione fu una sola, quella 'nazionale'. Vi fu anche uno pseudo-osservazionale della regione Lombardia, con gli stessi limpidi criteri (pazienti agonizzanti, 3 farmaci su 10 e criteri di valutazione analogamente assurdi), che però non fu successiva, ma contemporanea a quella nazionale. Vi fu anche uno studio osservazionale che avrebbe dovuto monitorare pazienti in cura (purchè in condizioni drammatiche).

La regola fondamentale era sempre la stessa: "pazienti non trattabili o non più trattabili", alias malati per i quali si riteneva non valesse nemmeno la pena tentare di curare, o che erano stati 'curati' con ogni cura disponibile riducendoli in fin di vita.

Ricordiamo che a questo requisito di arruolamento (che pretendeva dal Mdb il miracolo di Lazzaro) si accostava una prognosi (previsione di vita) estremamente ridotta: un mese e mezzo (da un minimo di 11 giorni ad un massimo di 90!!). La sperimentazione iniziò nel marzo 1998 e si concluse il 31 ottobre dello stesso anno: 8 mesi. Quindi nessuno dei 347 arruolati dichiarati 'valutabili' avrebbe potuto essere in vita a conclusione della prova.

Invece, con grande sorpresa e imbarazzo degli sperimentatori, 167 dei 347 pazienti erano in vita (48%), ed a 14 mesi dall'inizio della prova, cioé a giugno dell'anno successivo (1999), nonostante abbandoni ed esclusioni, ne risultavano vivi 88 (25%).

Le fonti delle cifre fornite sono ufficiali:
-"Rapporto Istisan n. 98/17"
-"Rapporto Istisan n. 98/24"
-"Follow-up dello Studio Sperimentale MDB al 15 giugno 1999".

Una trattazione particolareggiata dell'argomento è reperibile ai seguenti link:

http://dibellainsieme.org/discussione.do?idDiscussione=34204

http://dibellainsieme.org/discussione.do?idDiscussione=33768


A proposito dell'Osservazionale, parecchi articoli del tempo rimarcarono che su 2.000 malati con prognosi infausta a breve o brevissimo termine, il 45% continuava a curarsi......

Riportiamo in particolare un titolo, tratto dal settimanale Panorama (n. 26 del 1 luglio '99):
"Toh, chi si rivede: 900 'condannati' ancora vivi"
(
Elisabetta Burba e Maurizio Tortorella).

La ringraziamo del suo commento che ci ha dato modo di "rinfrescare" la memoria ai lettori meno attenti, e di ricordare ad autori e complici di questa clamorosa truffa sanitaria e mediatica che non basta far ripetere ad una stampa servile slogan diffamatori e pagare uno stuolo di pappagalli e falliti del web. Prima o poi il conto arriva, e può essere assai salato. L'unico atteggiamento non autolesionistico che possono tenere questi galantuomini (che, scusateci il termine, sono specializzati nel fare figure da coglioni) é il silenzio: riprendere il discorso sulla sperimentazione equivale a spararsi sulle scarpe. E' anche vero che, non consentendo mai un contraddittorio, é solo la loro voce a udirsi; ma anche la nostra, pur flebilmente, arriva ormai a molti.

P.S.
Se il termine "truffa" che abbiamo usato ed useremo sempre, può sembrare...pesante, ricordiamo a tanti smemorati anche un altro articolo:


"Così hanno truffato Di Bella - Guariniello accusa: farmaci scaduti e dosi sballate" Repubblica 7/09/2000, pag. 2.
(articolo di Marco Travaglio).
 
Saluti

STAFF D.B.I.

postato da: Fulvio (Bari) in data: 2018-07-25 13:01:14.0
Buongiorno, mi collego al commento della Sig. Angelica perché anche a me sembra di aver rilevato una differenza tra il costo della melatonina da 2 mg. e quella da 5.

Io ho inviato la ricetta medica tramite mail alla farmacia F. chiedendo di poter conoscere i costi dei preparati. Per quanto riguarda la melatonina mi sono state prospettate due diverse soluzioni:

300 compresse da 2 mg. euro 63; oppure 120 compresse da 5 mg. euro 42. Forse faccio un errore di valutazione ma a me sembra che la melatonina da 5 mg. costi meno. Sempre infinite grazie per tutto quello che fate.


Grazie a lei per la precisazione. La sua valutazione é esatta: la melatonina da 2 mg. costa euro 0,105 a mg., mentre quella da 5 euro 0,07. Non si tratta quindi di una differenza tanto limitata.
La prima richiede evidentemente  una più lunga lavorazione per quantitativo e maggiori costi di blisterizzazione.

Naturalmente una valutazione deve tener conto della purezza delle sostanze impiegate, che varia per percentuali molto più elevate di quanto ci si possa immaginare: la melatonina sostanza-base migliore può costare oltre 50 volte quella semplicemente "discreta", e quindi un confronto di prezzo deve obbligatoriamente tenerne conto.

Nel caso della farmacia da lei interpellata (farmacia di riferimento) sappiamo che la qualità é al top.


Saluti


STAFF D.B.I.

postato da: Irene (Bari) in data: 2018-07-23 13:03:18.0
La notizia non é una notizia, perchè di provvedimenti analoghi ce ne sono state parecchie centinaia (ma non si deve dire):

http://www.ilcentro.it/teramo/teramo-la-asl-costretta-a-pagare-la-cura-di-bella-1.1974359

Naturalmente si cerca di indurre il lettore a credere che si tratti di fatti eccezionali, da commentare con un: "ma guarda un po' cosa decidono certi giudici!".

Inutile soffermarsi sulle solite comandate bugie ed i soliti mal celati travasi di bile.

Quello che non é ammissibile é l'irresponsabile superficialità con la quale si scrivono gli articoli. Da una parte ci si rende complici della gesuitica ipocrisia consueta (vip morti "dopo lunga malattia" e non di cancro, come certi storici e irriducibili oppositori del Mdb, recentissimamente mancati....); dall'altra non merita attenzione il paziente in questione!

La sperimentazione, come tutti sanno, dopo una correttissima ed equidistante prova....ha deciso che il Mdb é acqua fresca, ma "...dello stesso avviso evidentemente non è il tribunale di Brindisi, che con una sentenza del 2010 ha disposto che il servizio sanitario nazionale paghi le spese per la multiterapia Di Bella a un uomo malato di cancro. Fino a un certo punto ha provveduto la Asl pugliese, poi, nel 2013, il paziente si è trasferito in provincia di Teramo, più precisamente in Val Vibrata, e il paziente ha fatto richiesta presentando la documentazione al distretto sanitario di Nereto".


C'é da stropicciarsi gli occhi. Vediamo un po': 2010....prima sentenza favorevole....il che significa che era in cura da prima....Nel 2013 si trasferisce a Teramo......Nel 2018 ultima sentenza commentata...

Cara giornalista, sveglia!!! Vuole che scuotiamo una campana vicino ai suoi orecchi??  Qui c'è un malato di cancro che vive, evidentemente in buone condizioni, da oltre 8 anni nonostante che "....la medicina ufficiale in larghissima maggioranza continua a ritenere il metodo inefficace per curare il cancro o ridurne gli effetti...."!!  Avete capito? Non solo inefficace, ma nemmeno in grado di...ridurne gli effetti....! E se nemmeno può ridurne gli effetti....., come mai é in vita dopo più di 8 anni un malato di cancro (invece di essere morto dopo lunga malattia diversi anni or sono)?


Cosa ovvia, no? Come ovvio che il giudice ha deciso di testa sua, e non perchè - come é stato, come imposto dalla legge, ma che non viene detto - una perizia medica ha testato i benefici della terapia.

Oggi si preferiscono i chewing gum: i vecchi lecca-lecca sono passati di moda. Ma é davvero così.....?

STAFF D.B.I.

ADB

postato da: STAFF D.B.I. (Modena) in data: 2018-07-20 15:24:35.0
Buonasera, ho contattato due diverse farmacie accreditate per conoscere in linea generale i costi dei farmaci per la terapia preventiva.
Ho notato che la melatonina è prodotta in diversi dosaggi (da 2 mg, da 5 mg e anche da 20 mg.) e con prezzi leggermente diversi in base ai dosaggi (ad esempio la melatonina da 2 mg. costa di più rispetto a quella da 5 mg). Oltre che nel dosaggio c'è qualche altra differenza tra le compresse da 2 mg piuttosto che da 5 o da 20? Lo chiedo perchè il dosaggio da 2 mg. mi sembra "strano" considerato che una singola compressa sarebbe insufficiente anche in caso di terapia preventiva. Grazie


Non eravamo al corrente del prezzo 'anomalo' della Mlt da 2 mg., che non vorremmo fosse frutto di un equivoco, o della scarsa frequenza con la quale determinati farmacisti preparano questa posologia.

Non é esatto invece quanto lei afferma a proposito della pretesa inadeguatezza della melatonina da 2 mg., specie a scopo preventivo. Tenga conto che fino a non molti anni fa era questo l'unico tipo di melatonina disponibile, e per una ragione precisa che il Prof. Luigi Di Bella illustrò: il fondamentale processo di coniugazione con l'adenosima é tanto più sicuro quanto minore il quantitativo di melatonina nella singola compressa. Di qui la sua raccomandazione di non superare mai il dosaggio unitario di 5 mg.
Indubbiamente quest'ultima posologia é più pratica e diffusa e rappresenta un compromesso del tutto accettabile.

Di recente pare che con nuove tipologie di lavorazione questo rischio sarebbe superato. Non vogliamo dubitarne, ma noi ad uso personale assumeremo sempre e soltanto, e consiglieremo sempre e soltanto melatonina max da 5 mg., dato che per noi un'affermazione del padre della terapia equivale a quello che per i cattolici é "parola del Signore". Avendo avuto la fortuna di condividere con lui buona parte del percorso di vita, siamo consapevoli dell'assolutamente incolmabile gap di cultura e di capacità di comprensione dei fenomeni scientifici più complessi, e che dietro qualsiasi sua affermazione esisteva sempre una precisa e tassativa ragione. Non può essere certo un farmacista a poter dire cose diverse......

Tenga anche conto che tutto il problema delle posologie si riduce nell'assumere un maggior numero di compresse, e che anche l'azione di pochi milligrammi di Mlt é tutt'altro che sottovalutabile.

Cari saluti

STAFF D.B.I.

ADB


postato da: angelica (lecce) in data: 2018-07-19 16:55:27.0
Buon giorno signori. Ho letto molte espressioni di cordoglio del Prof. F. Mandelli mancato alcuni giorni fa e che ricordo era tra i più ostili nei confronti del Prof. Di Bella.
Però nessun giornale ha ricordato che presiedeva la commissione che ha concluso che l'uranio impoverito non é causa di linfomi e leucemie nei militari.... e nemmeno si é saputo di cosa é morto, anche se gira un'indiscrezione....

Ma ho scritto soprattutto perché ho sentito per caso un servizio radio dove si parlava del suo "approccio multidisciplinare" e un suo allievo diceva che un'idea di Mandelli era che ci fossero tanti specialisti e anche un infettivologo perchè altrimenti non si riusciva a salvarsi dalla leucemia: un'affermazione un po' strana, non credete? Grazie e buon lavoro


"De mortuis nil nisi bonum dicendum est" ("dei defunti non si parli altro che bene") scriveva Diogene Laerzio.
Di meglio, sinceramente, non ci riesce di dire. Perdonare, sì; dimenticare, mai.

Un cordiale saluto

STAFF D.B.I.

postato da: francesco d.D. (RM) in data: 2018-07-18 13:57:21.0

17 luglio 1912  -    17 luglio 2018

Sempre nel nostro cuore Professore

postato da: paola (erveteri) in data: 2018-07-17 08:07:45.0
Buonasera, seguendo il consiglio che spesso il Dott. Giuseppe Di Bella da nelle sue interviste , sono andato a guardarmi alcune pubblicazioni sul sito pubmed.gov. Ho trovato delle pubblicazioni in merito alla vitamina E che mi hanno lasciato perplesso…
Premetto che non sono un medico e che il mio inglese ha molti limiti, però mi sembra di aver capito che ci sono studi che indicherebbero la vit.E come responsabile di un aumento di tumori alla prostata nell'uomo. Ma la vit. E non è presente in altissime dosi nella soluzione di retinoidi del MDB? Grazie


Come noto, diverse sostanze fisiologiche con azioni terapeutiche e le vitamine in particolare rappresentano la "bestia nera" dell'industria farmaceutica. Non solo perché si tratta di ...farmaci inventati dal Padreterno, e come tali sicuramente efficaci e senza effetti collaterali, ma anche perché con la loro non superabile perfezione escludono quel forsennato turnover che rinnova e proroga il business sulla pelle della gente.

Che la vit. E sia totalmente atossica (l'acqua di fonte é più tossica),  dotata di una non superabile capacità anti-radicali liberi e sia un potente preventivo antitumorale, é cosa pacifica da decenni, e rappresenta un "classico" per qualsiasi ricercatore che non "funzioni" come un dispenser di bevande dietro introduzione di monetina.

"Essendo nota l'incidenza dei radicali liberi nella catena etiopatogenetica (fattori causali) dei tumori ed essendo comunemente ritenuti i radicali liberi tra i maggiori responsabili della carcinogenesi, si deduce il peso determinante della vitamina E (dotata di altissima attività antiradicali liberi) nella prevenzione e terapia antitumorale" (metododibella.org).
La logica é logica....
Ma logica a parte, ci sono - indiscutibili - i  casi di totale risoluzione di tumori prostatici con Mdb e quindi....guarda caso.....con generose dosi di soluzione di retinoidi che per il 99,7% é costituita da vit. E....


Lei troverà altri articoli critici su altri princìpi attivi di pacifica efficacia terapeutica, commissionati ai tanti prostituti della scienza, come segnalato in indignati articoli da autorevoli scienziati quali la Prof.ssa Angell ed il premio Nobel Randy Sheckman, e confermato da
prestigiose riviste come Lancet, che hanno rivelato che un'alta percentuale di lavori pubblicati sia radicalmente falsa.

Ma troverà anche - ed é doveroso segnalarlo - un autentico mare di lavori scientifici autorevoli che dicono e circostanziano la verità, e cioé esattamente il contrario.
E' un po' come se si spingesse la gente a non bere l'acqua, perché pericolosa....sostituendola con una bevanda industriale. L'importante é capire quali sono le persone serie e quali i buffoni che per una manciata di dollari o di euro scrivono che i somari volano come aquile e i dromedari si cibano di pinguini.

Saluti

STAFF D.B.I.

postato da: fulvio (bari) in data: 2018-07-13 15:42:24.0



30 commenti postati | Inserisci commento nel Piccolo Forum