per specifiche informazioni di carattere medico o scientifico, potete visitare il sito ufficiale www.metododibella.org


Commenti scritti nel Forum

Buongiorno,
Da poco ho iniziato la terapia farmacologica preventiva e mi è sorto un dubbio: è necessario effettuare esami ematochimici periodici?

Ve lo chiedo perché anni fa a causa di una brutta acne la dermatologa mi ha prescritto il Roaccutan. Per tutto il periodo di assunzione mi sono sottoposta a controlli periodici della funzionalità epatica nonostante non avessi nessun problema. La dermatologa motivò questi controlli dicendo che si trattava di un farmaco a base di acido retinoico che può provocare danni a livello epatico e che per tale motivo andava tenuto sotto controllo questo aspetto. Volevo sapere se per la soluzione di retinoidi vale lo stesso principio. Grazie


Il principio attivo del farmaco da lei citato non é l'acido all-trans retinoico (Atra) impiegato nella Soluzione di retinoidi, ma un retinoide di sintesi, la Isotretinoina, che ha caratteristiche e meccanismo d'azione completamente diversi.

Inoltre occorre tener conto della imprescindibile circostanza che l'acido retinoico é solubilizzato nella proporzione di appena lo 0,5 per mille (altro 0,5 per mille di axeroftolo palmitato e 2 per mille di betacarotene) ogni 1.000 grammi di vit. E (alfa tocoferile acetato). Questo, insieme alla diversa natura del principio attivo, comporta un'azione farmacologica radicalmente diversa e la totale atossicità della Soluzione di retinoidi,  per cui non avrebbe alcun senso effettuare a tale scopo controlli.

Saluti

STAFF D.B.I.

postato da: Emanuela (Bari) in data: 2018-09-28 09:45:05.0
Domenica scorsa c'é stata a Bologna una grande manifestazione con più di 10.000 persone che hanno partecipato. Erano genitori e nonni che protestavano contro l'obbligo dei dieci vaccini (che abbiamo solo noi italiani), per la libertà di scelta e di cura e per un medico che possa prescrivere secondo scienza e coscienza.
Nessun telegiornale e nessun giornale ne ha parlato. Questa é la dimostrazione che spargendo tangenti si compra di tutto. Speravo che qualcosa potesse cambiare,. ma....che delusione!

Buona giornata


Abbiamo controllato, ed ha ragione lei. Solo il Resto del Carlino, cronaca locale, ed un altro giornale locale hanno pubblicato un breve articolo. Già in partenza l'Ansa aveva dedicato poche righe.

Per una cronaca fedele e non donabbondiesca occorre leggere quanto scritto da una giornalista che, seppure graziosa rappresentante dell'altro sesso, "ha i cabasisi", per dirla con Camilleri:


Le foto qui riportate testimoniano a sufficienza quanto imponente sia stata la partecipazione e distraggono dal triste e...dispendioso spettacolo di repellenti trolls perpetuamente "di guardia".

L'omertà e la viltà dei mass media non debbono a nostro parere assorbire come spugne tutta l'indignazione, e nemmeno - tutto sommato - i politici che sanno "chi e cosa c'é dietro" ma non osano intervenire e nemmeno esporsi!

Occorre risalire a chi impone bavagli con una violenza inaudita e che a nostro parere rappresenta di gran lunga il più pericoloso ed imminente attentato alla libertà non solo del nostro paese, ma di tutti quelli che disgraziatamente risentono della stessa influenza socio-politico-finanziaria.

Solo la superficialità può far ritenere iperbole questo allarme. I fatti sono indiscutibili e numerosi. Occorre quindi far sentire la propria voce, così come si é fatto sentire il dissenso per la prostituzione politica che ci aveva portati ad una sudditanza pressochè completa. Non perdiamo tempo a indignarci, in altre parole: occorre trasformare l'indignazione in fatti.

Una sola precisazione in merito a quanto lei scrive: l'obbligo vaccinale riguarda anche la Francia. Ma mal comune...nessun gaudio!

Saluti

STAFF D.B.I.

postato da: Miki B. (MI) in data: 2018-09-27 10:08:59.0
[Sarcasmo On]
Chi l'avrebbe mai detto, vero?
Melatonin Can Strengthen the Effect of Retinoic Acid in HL-60 Cells
https://www.mdpi.com/1422-0067/19/10/2873
Saluti[Sarcasmo Off]


La melatonina "....can be regarded as an anticancer agent and used for combined therapy, owing to its oncostatic, antioxidant, and immunoregulatory activities".

Qualche mummificato farmacologo farebbe bene a prender nota di questa ormai...stagionata acquisizione e non ripetere con mortifera litania che la melatonina serve solo per i disturbi da jet lag!

Saluti
postato da: Michele (Frosinone) in data: 2018-09-26 16:12:15.0
Buongiorno, questa mattina ho letto su fb un post della Sig.ra Nadia Toffa in cui, tra le altre cose, afferma che radio e chemio sono le uniche cure esistenti...

Fermo restando che mi fa ribrezzo la cattiveria con cui certa gente commenta i post di questa donna, resta il fatto che questi messaggi "propagandistici" mi lasciano allibita...

Soprattutto quando a farli è gente che dovrebbe essere più "aperta" mentalmente... Una giornalista che ha anche fatto servizi su metodi "alternativi", e che quindi si suppone si sia documentata, possibile che poi arrivi ad una simile conclusione???

È chiaro che è convinta di quello che dice altrimenti non si sottoporrebbe alla chemio ma sceglierebbe altro ...
Ma il punto è: come fa ad essere convinta di una tale affermazione?
Credo che tanta gente leggendo un messaggio simile (e non è la. Prima volta che fa questa affermazione) e dando per scontato che si tratti di una donna intelligente e preparata arrivi alla conclusione che se lo dice lei è di sicuro così .....

Posso capire l'anziano, la persona con poca cultura o poca dimestichezza con i mezzi informatici (gli unici da cui si possono cogliere informazioni diverse da quelle veicolate da tv e giornali) ma gente come la Toffa,  come la Santarelli  o come tutti i personaggi famosi morti di cancro, loro che hanno tutti i mezzi a disposizione per andare oltre, possibile che si lasciano intrappolare da questo sistema assurdo? Non mi riesco a capacitare di questa cosa....


Compendiamo bene il suo sconcerto, che é stato anche il nostro. Possiamo solo tentare di dare una spiegazione.

Giustamente la sua meraviglia aumenta per essere la persona vicina a fonti dirette di informazione. Ma é un di più o un di meno? Chiunque in grado di muoversi su internet e consultare siti affidabili (ad esempio quello del Nat. Cac. Inst.) può constatare che é assodato che la chemio non possa nulla sui tumori cerebrali (limitandoci a questi). E dobbiamo anche dare atto di correttezza a diversi oncologi che lo dichiarano espressamente.

Ma quando l'interessato/a é un personaggio noto/a, specie in Italia scatta una premurosa e quasi affannata gara a rassicurare, garantire, informare. C'é chi ritiene non si debba dire tutta la verità al malato e invece chi la pensa all'opposto: ma anche qualora si optasse per la la prima soluzione, é accettabile passare da edulcorare a illudere?
E ancor più: é etico sottoporre il paziente all'angoscia connessa ad impegnativi e rischiosi interventi ed alla sofferenza di cure tossiche e debilitanti, quando si sa meglio di altri che nella maggior parte dei casi non si ottiene nemmeno un prolungamento della vita (Rapporto Morgan, tumori cerebrali: meno del 5% a 5 anni)?

Ma indipendentemente da tutto questo, é etico, é legale precipitarsi sul vip di turno non limitandosi a edulcorare, ma fornendo dati del tutto immaginari? O parlare di improbabili e non provate nuove cure sperimentali (che vengono inflessibilmente dagli Usa e magari nuove non sono)? Si accorre forse per evitare che il malato "vada là dove non deve andare"......?

Non criticheremmo quindi questa giovane per la perentorietà della sua affermazione, che sua non é:

1)Perchè é stata sicuramente circondata da rassicurazioni, più o meno giustificabili e/o più o meno sincere;

2)Perché le "alternative" che sono mostrate a dito sono il bicarbonato, i funghi cinesi, l'aloe, lo scorpione cubano, Hamer.....(ai quali, tra un ghigno e l'altro, si accosta stupidamente e illegalmente il Mdb);

3)Perché questo opinabile dogma spesso viene recitato per vincere perplessità e paure dei pazienti, ed é così traducibile: "o mangi questa minestra, o salti dalla finestra";

4)Infine (ed é un infine accorato e di cristiana fratellanza): mettiamoci nell'animo di una creatura giovane, bella, alla quale la vita sorrideva, che aveva fatto cento progetti e vedeva il futuro come una scala luminosa. Di colpo avverte i primi sintomi, riceve la prima ipotesi diagnostica e infine la diagnosi definitiva. Il buio scende nella sua vita. Anzi, é peggio di un generico buio, perché contempla decadenza fisica e psicologica, possibili abbruttimenti, dolore, paura, speranze e disperazioni.

In una situazione simile é quasi inevitabile, più che semplicemente umano, aggrapparsi ad una speranza ricevuta e 'passata' per assai probabile, e difenderla con le unghie e i denti, dato che da quella prospettiva dipenderanno la vita o la morte, la salute o il dolore.
Non importa che chi sta scrivendo o chi leggerà non la pensi così, ma in tanti casi (diciamocelo guardandoci negli occhi) non é forse vero che crediamo in ciò in cui vogliamo credere? Di fronte a drammi di tale intensità, potranno essere condivisibili le critiche; ma ancor di più comprensibile l'istinto di afferrare la vita per il collo.

L'importante é che questa creatura si salvi, senza dimenticarci che c'é sempre Chi ci può aiutare.

Un caro saluto

ADB

postato da: Irene (Bari) in data: 2018-09-26 08:53:14.0
Ingiuriano e commissionano insulti e falsificazioni, ma intanto le loro "cure" toppano come di regola: il presidente vietnamita Tran Dai Quang é morto di "grave malattia".
postato da: Alida M. (RM) in data: 2018-09-22 12:57:25.0
....e cosa potevamo aspettarci da una...grande scienziata (ma cosa ha scoperto???) nominata senatrice a vita da un....(omissis) di presidente? Non si piglia chi non si assomiglia.  Ci sarebbe un altro detto milanese, ma lasciamo stare.
Come avete scritto una volta: ma perché si agitano tanto?
Una cosa é certa: i vermi insultano e i Grandi ingrandiscono ancora di più. Statene sicuri.

Una forte stretta di mano
Miki
postato da: Miki B. (Milano) in data: 2018-09-21 16:38:54.0
Buonasera, Ho scritto un commento sulla Stampa.it, ma non lo vedo pubblicato.... Non vorrei essere malpensante ma qualcosa mi dice che non lo vedrò mai...


Temiamo abbia ragione. La maggior parte delle centinaia e centinaia di lettere di protesta inviate in occasioni simili misteriosamente non sono giunte.....
postato da: Tiziana (Roma) in data: 2018-09-21 16:14:15.0
Rif. Vostro commento (che approvo al 1000%%!):

Ma come mai quelli del "polpettone del ludibrio"...sono soprattutto di una certa famiglia politica......?


Meglio non impantanarci nella politica.

Possiamo dire che - tranne qualche rincuorante eccezione - tra la poco onorevole stirpe degli onorevoli si vende e ci si vende.
C'é chi si ferma alle proprie parti decenti, e chi si vende anche quelle dove non batte il sole; chi si ferma a zii e cugini, e chi si vende anche la propria madre.
Insomma: é solo questione di parti del corpo e di gradi di parentela.

Un caro saluto

ADB

postato da: zazà DP (Giugliano) in data: 2018-09-21 13:55:56.0
Non mi meravigliano le alzate di testa della così definita medicina dell'ufficialità, come se lor signori fossero i soli tenutari del sapere scientifico. Gli altri sono tutti ciarlatani, a detta della senatrice Elena Cattaneo.

Era logica una simile invettiva in risposta ai continui successi del metodo Di Bella: stabilizzazione clinica di troppe persone che spontaneamente si sono affidate con fiducia al metodo Di Bella. Capisco bene che simili notizie brucino, Senatrice.

E' solo la conseguenza di una oncologia così definita UFFICIALE totalmente fallimentare. Le consiglierei di consultare pub. med. la maggiore banca dati ufficiali sulla ricerca medica, quella vera, per capire chi veramente è stato ed è il prof. Luigi Di Bella. Rifletta prima di scrivere certe cose mischiando il sacro con il profano.

Saluti a tutti

Dott. Landolfi M.
postato da: Landolfi Michele (Legnano) in data: 2018-09-21 10:28:00.0
Una delle più squallide strategie della "comunicazione di sistema" contemporanea é quella del ripestaggio ossessivo. Non importa se si tratta di affermazioni totalmente e volgarmente false, che non sarebbero sostenibili nemmeno per un istante in un confronto pubblico: anzi, proprio perché insostenibili, in presenza di una radicale disonestà intellettuale degli ispiratori, si evita qualsiasi confronto, e si procede con titoli (che vorrebbero essere) ghettizzanti.

E' una regola ormai fissa seguìta non solo nel campo della salute e della medicina, ma in qualsiasi altro, compreso quello delle opinioni relative a politica e società:"antivax-dibelliani-populisti-sovranisti" non ricomprendono persone con idee e propositi che potrebbero essere giusti o sbagliati, fondati o infondati, cosa che non interessa proprio nulla agli etichettatori. I...reietti sono tutti coloro che si dimostrano sordi alla "Voce  del Padrone", e mettono a rischio appannaggi, mazzettine e mance.

Il polpettone del ludibrio comprende chiunque non sia con questa morchia servile che ha rovinato e disonorato l'Italia, e che ha per dogma: "chi non é con loro é contro di noi", intendendo per "loro" gli usurai internazionali davanti ai quali cadono in adorante deliquio.
Forza quindi col martello pneumatico: le solite due tre parole-chiave, inflessibilmente stupide, da ripetere ogni qual volta si presenti un'occasione, anche tirata, di attaccare lo stonato carillon. Più la si spara grossa e radicale, più chi ascolta sarà portato a credere: "se parlano in un modo così deciso e dando per scontata la cosa, vuole dire che é così".
E invece sbagliano.

Il collaudato meccanismo di prendere per i fondelli il prossimo, dal 50% di guarigione dei tumori all'aumento dell'occupazione (anche gli schiavi che costruivano le piramidi erano occupati), sembra essersi inceppato.
Come fare? Insistere, insistere, insistere! Ma in qualche comparto dell'attività collettiva questa insistenza é finita male.....e si possono peggiorare ancora le cose se si pensa di imbavagliare le opinioni con la saga delle "fake-news" e di fantomatici hackeraggi che condizionano il voto.......

Insomma: l'acqua non passa invano sotto i ponti....

Riportiamo, in tema, quanto scritto dal Dr. Giuseppe Di Bella:

"20.9.2018

Le ultime e significative pubblicazioni sulle basi scientifiche e i riscontri clinici del Metodo Di Bella, fanno ripartire la macchina del fango contro il Prof. Di Bela ed il Suo Metodo :

ll riscontro della sovra-espressione di GH/GHR nei carcinomi mammari ne conferma il ruolo oncogeno e conseguentemente quello oncosoppressore del suo fisiologico inibitore, la somatostatina. (ENG) Over-Expression of GH/GHR in Breast Cancer and Oncosuppressor Role of Somatostatin as a Phisiological Inhibitor (Translational Biomediine 2018 Vol. 9 No. 3:151)

Il sinergismo di somatostatina, melatonina, retinoidi, vitamin E, D3, C, inibitori prolattinici ed estrogenici, microdosi metronomiche di ciclofosfamide, ha incrementato sopravvivenza, risposte obiettive, performance status, in 297 casi di carcinomi del seno. (ENG) The Synergism of Somatostatin, Melatonin, Vitamins Prolactin and Estrogen Inhibitors Increased Survival, Objective Response and Performance Status In 297 Cases of Breast Cancer (Translational Biomedicine Vol.9 No.1:146 2018)

Remissione Completa, stabile da oltre 5 anni, di Carcinoma Mammario plurimetastatico trattato con MDB
(ENG) Complete objective response, stable for 5 years, with the Di Bella Method, of multiple-metastatic carcinoma of the breast(Neuroendocrinology Letters Volume 38 No. 6 2017)

Queste pubblicazioni, già recensite dalle banche dati biomediche internazionali Google Scholar e Research Gate, stanno creando imbarazzo e delegittimazione dei centri di potere che gestiscono il cancro e relativi fatturati.

Il 18 settembre Maria Sorbi ha scritto su "Il Giornale" che "...interessandosi del Metodo Di Bella la gente tentenna tra scienza e superstizione...".
La Stampa oggi, ha pubblicato le dichiarazioni della senatrice Dr.ssa Elena Cattaneo che, bontà sua (o dell'autore dell'articolo?), inserisce il Prof. Luigi Di Bella tra gli stregoni, guaritori , santoni , ciarlatani, e tra quelli che sfruttano a loro interesse la disperazione vendendo false speranze. Se qualcuno ha da obiettare qualcosa e non condivide le esternazioni della Dr.ssa Cattaneo [nominata senatrice a vita dal Presidente pro tempore Napolitano], può scrivere a:

https://www.lastampa.it/2018/09/20/italia/elena-cattaneo-i-guaritorisantoni-non-moriranno-mai-sfruttano-la-disperazione-eIVhG29PkhrU6tktOnwZJK/pagina.html

Elena Cattaneo: "I guaritori-santoni non moriranno mai: sfruttano la disperazione.

Vi ringrazio

Giuseppe Di Bella


postato da: STAFF D.B.I. (Modena) in data: 2018-09-21 08:24:34.0
A proposito di Vitamina D. Oramai solo chi adotta la tecnica delle 3 scimmiette (una non vede, una non sente e l'altra non parla) continuerà a far finta di nulla.

Giusto per riportare 3 pubblicazioni degli ultimi 60 giorni.

1) The Anti-Inflammatory Effects of Vitamin D in Tumorigenesis
http://www.mdpi.com/1422-0067/19/9/2736

2) Vitamin D status after colorectal cancer diagnosis and patient survival according to immune response to tumour


3) Vitamin D deficiency in head and neck cancer patients - prevalence, prognostic value and impact on immune function
postato da: Michele (Frosinone) in data: 2018-09-20 10:04:54.0
Ci riferiamo al commento del sig. Fulvio (Bari), pubblicato ieri, ed alla nostra risposta, per aggiungere un supplemento chiarificatore sull'argomento.

Sig. Fulvio, abbiamo cercato di trovare la citazione da lei accennata, concludendo che si é trattato probabilmente di un equivoco nel quale lei é incorso.

Infatti in un articolo, il cui contenuto (a parte qualche ns dissenso) conferma quanto già noto da decenni e da decenni applicato in ambito Mdb, si osserva tra l'altro:


"...I ricercatori hanno monitorato gli effetti di una singola dose da 300 mila IU di colecalciferolo (vitamina D3) o di ergocalciferolo (vitamina D2) sulle concentrazioni plasmatiche di 25-idrossivitamina D - la 25(OH)D è stata usata come marcatore della vitamina D nell'organismo - e le concomitanti variazioni dei principali fattori che regolano l'omeostasi del calcio nell'arco di 60 giorni di analisi".


Leggiamo con soddisfazione anche che:

"Dosi elevate di vitamina D hanno dimostrato di essere sicure ed efficaci anche in studi precedenti. La capacità del colecalciferolo di innalzare e mantenere i livelli di vitamina D nell'organismo ha importanti ripercussioni in ambito fisiologico e farmacologico. Bisogna infatti considerare che l'aumento dei livelli serici di 25(OH)D migliora l'assorbimento del calcio da parte dell'intestino, riduce i livelli di PTH, riduce il rischio di fratture da osteoporosi e migliora la forza muscolare.

Alla carenza di vitamina D seguono tutta una serie di condizioni patologiche come l'iperparatiroidismo, l'aumento del turnover osseo, il rischio di fratture, la debolezza muscolare e la tendenza a cadere.


E' possibile riscontrare un'associazione tra questa ipovitaminosi e numerose patologie croniche come tumori
, malattie cardiovascolari e diabete".


https://www.scienzenews.it/2010/10/01/colecalciferolo-una-sola-dose-migliora-i-livelli-serici-per-lungo-tempo/


In conclusione: quando certi signori ghignano o s'accigliano di fronte a prescrizioni di vit. D3 (Ati Ten, Dediol, o corrispondente galenico), o peggio ancora spingono ...perché preziose sostanze come questa non siano corrisposte gratuitamente dal SSN, oltre che dare dimostrazione di inescusabile ignoranza e presunzione, rivelano a tutti le inconfessabili ragioni della loro mimica.

postato da: STAFF D.B.I. (Modena) in data: 2018-09-20 05:57:18.0
Buonasera, ho letto da qualche parte (non ricordo dove) che i livelli sierici di vitamina D fungono da "marcatori tumorali". Vorrei sapere se questa cosa è vera e se, in fase di esami ematochimici, potrebbe essere utile effettuare il dosaggio della Vit. D quale strumento per una diagnosi precoce. Grazie


Non abbiamo la veste per dare un'autonoma risposta categorica, per cui ci limitiamo ad osservare come sia ormai nozione consolidata che il dosaggio della vit. D costituisca un'indagine potenzialmente fuorviante.
Non capiamo quindi come se ne possa fare (in caso di marcata carenza segnalata)  un succedaneo dei marcatori, per cui ci auguriamo non si tratti di uno dei soliti contorti e remunerati stratagemmi che mirano a scopi facilmente immaginabili....

Una diagnosi precoce può avvalersi oggi di numerose tipologie diagnostiche, sicuramente attendibili se associate da una visione medica multidisciplinare e interconnessa.

Saluti

STAFF D.B.I.

postato da: Fulvio (Bari) in data: 2018-09-19 19:12:34.0
Ma chi si credono di essere questi medici che prescrivono in scienza e coscienza? Ma dico io: e le linee guida? E come si permettono di non rispettare le medie ponderate e gli algoritmi? Non ho parole. Per fortuna i burocrati della Asl di Avellino sono intervenuti per riportare sulla retta via questi medici, che saranno sicuramente alternativi o peggio ancora Dibelliani!

http://www.quotidianosanita.it/lavoro-e-professioni/articolo.php?articolo_id=65697&fr=n

Il commento era sarcastico e per fortuna esistono ancora dei medici che fanno il proprio lavoro e dei giudici che confermano che deve essere cosi.


Il principio giuridico sancito dalla Corte dei conti é assai importante:
"...non è illegittimo prescrivere farmaci anche in deroga apparente alle disposizioni vigenti, nei limiti della logica, della ragionevolezza e dei basilari approdi della letteratura scientifica".

Un provvedimento che conforta e fa sperare che in tempi non remoti la medicina possa tornare ad essere medicina, anziché una branca della finanza.

Un caro saluto

STAFF

postato da: Simone (Lendinara) in data: 2018-09-19 15:31:55.0
Buonasera,
Vorrei sapere se l'acido ascorbico può essere diluito solo in acqua o anche in altri liquidi come aranciata, succhi di frutta, ecc.
Grazie


Sicuramente sì: può essere diluito in premute o succhi di frutta varia. L'importante é aver cura di assumerlo a stomaco pieno.

Saluti


STAFF D.B.I.

postato da: Angelica (Lecce) in data: 2018-09-16 13:41:31.0
Buonasera,
Ma sbaglio o questa persona si sta prendendo meriti non suoi?

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17303979

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19538058

Da non crederci!
Un saluto


Questa volta non é così, in quanto l'autore, era stato consigliato di non siglare il trattamento come Mdb ad evitare difficoltà di accettazione dei lavori da parte della rivista: sì, si é arrivati anche a queste meschinità, pur di non fare citare esplicitamente il Metodo Di Bella. Evidentemente la paura fa 90.....

I due lavori sono comunque tra quelli citati sul collegato metododibella relativamente alla casistica pubblicata.

Un cordiale saluto

STAFF D.B.I.

postato da: Irene (Bari) in data: 2018-09-12 20:11:17.0
Buonasera, vorrei dare al mio bambino di 17 mesi le vitamine D e C, con l'arrivo dell'inverno spero che possano essere di aiuto nel contrastare i malanni tipici di questa stagione.
Non è stato il pediatra a consigliarmi l'utilizzo di queste due vitamine ma è stata una mia iniziativa (penso siano entrambe utili a rafforzare il sistema immunitario).

Per quanto riguarda la vit. D il mio pediatra mi ha indicato diverse marche di integratori alimentari dicendomi che "una vale l'altra perché vanno tutte bene".
Vorrei sapere se   a vostro parere faccio bene a somministrare queste vitamine a mio figlio e se è vero che qualsiasi integratore di vit D va bene. Vorrei anche, se possibile, un consiglio sulla corretta modalità di somministrazione.
Grazie


Signora Emanuela,
Noi non possiamo "consigliare", ma solo informare, stante la natura di sito divulgativo del dibellainsieme e l'esigenza generale che sia un medico, previo esame obiettivo, a dare indicazione di farmaci e delle loro posologie.

Ciò premesso, generalmente si consiglia di unire vit. A, vit. D3 e vit.C per una difesa contro  i mali stagionali ed il potenziamento delle difese immunitarie.
Si prescrivono, per lo scopo prima citato e per piccoli di età analoga a quella del suo, posologie molto modeste, specie per la vit. A.

L'affermazione che "qualsiasi integratore va bene"...non ci trova concordi (anche se, purtroppo, non sorpresi), non solo in quanto si può optare per la vit. D3 anziché per la D, ma in quanto non tutte le specialità adottano un principio attivo di analoga qualità.

Poi: bisognerebbe abolire lo stupido termine di "integratore", coniato in ambienti più esperti di finanza che di medicina. Da integrare ci sarebbe anzitutto la preparazione e la coscienza di ogni medico. Esiste il vocabolo "vitamine" che, seppure rappresenta - per certi farmacologi in perpetuo amplesso con bigpharma, e per la loro corte medica - qualcosa di simile all'aglio per i vampiri della tradizione hollywoodiana, per la scienza e la fisiologia ha un significato preciso e non surrogabile.

Circa le modalità di somministrazione: se la vit. C é disponibile in varie forme (anche caramelline per bambini reperibili in farmacia) e si consiglia sempre a stomaco pieno, vit. D3 e A dovrebbero assumersi a digiuno. Se crede, può contattarci al nostro indirizzo mail, così da poterle indicare un medico in grado di prescrivere forme e posologie adatte al suo piccolo.

I gloriosi (ed estinti) pediatri di un tempo non mancavano, magari in certi casi più che in altri, di prescrivere un cucchiaio di olio di fegato di merluzzo ed uno dello splendido "Sciroppo Ruspini" (a base di ferro), a giorni alterni. Oggi poco manca che alcuni ligi specialisti non si facciano il segno della croce di fronte ad un suggerimento simile.
Ogni epoca ha il medici che (non) si merita.

Cordiali saluti

STAFF D.B.I.

postato da: Emanuela (Bari) in data: 2018-09-11 15:03:43.0
Buonasera,volevo chiedervi se esiste un forum di questo tipo anche sul sito metododibella.org.
Vorrei porre una domanda un po' più "tecnica" (non riguarda in maniera diretta il MDB ma un suo componente ovvero la vit. E) e non so se questo sia il forum giusto per farlo. Ho provato a guardare sul sito (metododibella.org) ma ho trovato solo un indirizzo e-mail che credo sia dedicato alle persone in cura dal Dott.Giuseppe Di Bella.
Vi ringrazio per l'attenzione che vorrete dedicarmi.


Non esiste alcun altro forum ufficiale.
Scorrendo con attenzione il collegato metododibella.org, si può constatare come riporti dettagliatamente tutti i componenti del Mdb ed i princìpi attivi che possono trovare impiego come coadiuvanti.

Di conseguenza é contenuta anche una informazione esauriente sulla vit. E. Ricopiamo il testo qui di seguito a beneficio dei frequentatori, indicando anche il relativo link, azionando il quale si può reperire anche una selezione dei capi più rappresentativi della letteratura scientifica (esistono letteralmente centinaia e centinaia di lavori su questa vitamina).

VIT. E (ALFATOCOFERILE ACETATO)-
Caratteristiche Farmacologiche:

E' una vitamina liposolubile che si utilizza sotto forma di estere acetato perché più stabile e possiede una formidabile attività antiossidante e antiradicali liberi.
E' stata dimostrata anche una primaria funzione antidegenerativa della vitamina E sul tessuto nervoso e vascolare.
Il ruolo fondamentale è antiossidante e come componente di sistemi enzimatici essenziali come la Cromo-C Reduttasi, e del metabolismo di quegli acidi nucleici che essendo componenti del nucleo cellulare interagiscono con tutte le funzioni vitali.
Come costituente di sistemi enzimatici la vitamina E agisce direttamente sugli scambi energetici e sulla vita stessa attraverso il trasposto degli elettroni nella catena respiratoria.
In presenza di vitamina E acidi grassi insaturi vitali come la vitamina A, l'acido retinoico e carotenoidi, possono avere un'esaltazione fino al raddoppiamento dell'attività e dell'efficacia biologica. Essendo nota l'incidenza dei radicali liberi nella catena etiopatogenetica (fattori causali) dei tumori ed essendo comunemente ritenuti i radicali liberi tra i maggiori responsabili della carcinogenesi, si deduce il peso determinante della vitamina E (dotata di altissima attività antiradicali liberi) nella prevenzione e terapia antitumorale.

Nelle proporzioni di 100 mg per kg di peso corporeo, in pratica la vitamina E azzera i radicali liberi. Si possono così sintetizzare i meccanismi d'azione con cui la vitamina E interviene nella prevenzione e terapia dei tumori: Azione anti radicali liberi e antiossidante in ciò sinergica e potenziata da vitamina C, retinoidi e melatonina.


Saluti


STAFF D.B.I.

 

postato da: paolo (chieti) in data: 2018-09-08 18:14:00.0
Riportiamo il testo della seguente newsletter inviata agli iscritti del collegato Metododibella.org:

"Presenterò sabato 8 settembre a Bologna, al 30° salone internazionale del biologico e naturale, una sintetica relazione per anticipare i concetti del libro in corso di stampa sulla «Prevenzione Farmacologica dei Tumori».

Con una serie di immagini cercherò di chiarire e spiegare i meccanismi biochimici e molecolari e le evidenze scientifiche con cui oggi è possibile effettuare una reale prevenzione farmacologica del cancro, riducendone l'incidenza".

(Dr. Giuseppe Di Bella)


Bologna -  8 settembre 2018
30° Salone internazionale del biologico e del naturale.

Conferenza del Dr. Giuseppe Di Bella:
"La prevenzione farmacologica dei tumori"


Il ruolo cancerogeno svolto da fattori ambientali è sempre più rilevante, e l'adozione di misure di Prevenzione Primaria capaci di ridurre il carico globale nell'ambiente è difficilmente attuabile.
È utopistico prevedere una rapida riduzione delle tante e molteplici cause del rapido incremento dell'incidenza dei tumori. Anche le attuali strategie dietetiche, comportamentali e diagnostiche non sono evidentemente in grado di contrastare la crescente diffusione del cancro.

L'attuale prevenzione secondaria basata sulla diagnostica precoce ( Colonscopia PAP test ecografie ecc...) si limita a prendere atto eventualmente di un tumore ma non agisce ovviamente impedendo che si formi e cresca. Dall'esame delle ragioni del fallimento delle attuali misure preventive emerge chiaro come l'unica realistica soluzione, di semplice e rapida realizzazione, sia la valorizzazione di evidenze scientifiche per un'efficace, reale, Prevenzione Farmacologica dei Tumori.

Dal dato, scientifico aggiornato del Global Burden of Disease project "l'incidenza e mortalità del cancro dal 1990 al 2015 hanno registrato un'imprevista e drammatica progressione".
Il cancro della mammella è in assoluto la prima causa di morte delle donne in tutto il mondo".
Le altre forme di neoplasie rappresentano in entrambi i sessi la seconda causa di morte nel mondo dopo le malattie cardiovascolari.
Soltanto l'anno scorso nel mondo sono stati registrati 8,7 milioni di morti su 17,5 milioni di ammalati di tumore".
Nella maggioranza delle nazioni e in quasi tutti i paesi dei paesi più densamente popolati, non esiste un efficiente registro dei tumori, pertanto il dato reale è purtroppo ampiamente superiore, molto probabilmente supera i 15 milioni.

Questo drammatico incremento dell'incidenza del cancro è la più chiara conferma dell'inefficienza degli attuali concetti e misure di prevenzione sia primaria, che secondaria e terziaria. Un fallimento di questa portata nella prevenzione e terapia dei tumori non ha ancora portato ad una profonda revisione critica delle cause, all'abbandono di strategie superate, di concezioni obsolete.
L'attuale progressiva deriva speculativo-commerciale della medicina ha inquinato le sue basi etico-scientifiche con riflessi sulla terapia e sulla prevenzione. Le evidenze scientifiche oggi reperibili nelle banche dati ufficiali biomediche per la prevenzione farmacologica e cura dei tumori, non sono valorizzate.

Nel volume di prossima pubblicazione "La prevenzione farmacologica dei tumori" di cui in estrema sintesi espongo in questa relazione alcuni concetti, ho esposto le maggiori cause di ordine chimico, fisico, infettivo, che singolarmente o più spesso in sinergismo possono favorire l'insorgenza del cancro e la possibilità di ridurne decisamente l'incidenza con le contromisure farmacologiche del Metodo Di Bella( MDB) già disponibili e favorevolmente applicate in migliaia di persone sia nella prevenzione che nella terapia del cancro.

postato da: STAFF D.B.I. (MO) in data: 2018-09-07 06:47:43.0
Volevo dire solo una cosa, che molte volte la lunga malattia lunga non é.
Questa notizia fa davvero male e commuove, una madre che muore a 40 anni a due anni dalla diagnosi di cancro al seno. La smettessero per favore!

Leggete e poi pensiamoci sopra:

http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/medicina/2018/09/05/addio-a-rachel-bland-reporter-che-ha-raccontato-il-tumore-in-diretta-_f3d6cb37-afff-4dc4-b9e5-eeb1da4966ed.html

postato da: zazà DP (Giugliano) in data: 2018-09-06 09:06:06.0

NUOVA PUBBLICAZIONE


Informiamo i nostri lettori che é stato pubblicato un importante nuovo lavoro:

"Over-Expression of GH/GHR in Breast Cancer and Oncosuppressor Role of Somatostatin as a Physiological Inhibitor".


Autori:
Giuseppe Di Bella, Roberta Scanferlato, Biagio Colori.

Full text:
postato da: STAFF D.B.I. (Modena) in data: 2018-09-05 18:41:35.0
Questa sera alle ore 21,00 sull'emittente TV "TELECOLOR" (oltre che in diretta Facebook e online sul sito www.Telecolor.net ) verrà trasmessa la replica della puntata dello speciale "Medicina Amica"

"IL PARADIGMA DEL CANCRO"
con il il Dott. Giuseppe Di Bella.

TELECOLOR è visibile sui seguenti canali:
Lcn 18: Lombardia, Emilia e Piemonte orientale.
PRIMARETE LOMBARDIA
Lcn 89: Lombardia Lcn 184: Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli, Trentino, Abruzzo, Lazio, Emilia Romagna e Marche.
Oppure collegandosi al sito : http://www.telecolor.net/tv-diretta/
postato da: STAFF D.B.I. (Modena) in data: 2018-09-05 17:34:51.0
Buonasera,ho notato che in rete circolano parecchie "notizie" diffamatorie nei confronti non solo del MDB ma anche del Prof. Luigi Di Bella. In questi giorni mi è capitato di leggere questa oscenita' (omissis) ....
Questo "piccolo chimico" dimostra ( in un modo a dir poco ridicolo) che la melatonina è solubile in acqua!!!
Aggiungendo al suo articoletto da quattro soldi frasi del tipo : "è sorprendente che Luigi Di Bella non si fosse accorto della solubilità della melatonina in acqua dopo anni di ricerche" quasi a voler far passare un grande scienziato per l'ultimo degli sprovveduti.
Nei commenti si spinge oltre parlando anche del legame idrogeno totalmente errato. Su questo legame idrogeno (io non so nemmeno cosa sia!) si esprime anche un'altro "genio", affermando che:

La "formula" della melatonina di Di Bella, inoltre, ha nella sua descrizione un errore che la rende irreale, chimicamente impossibile.
La formula della melatonina brevettata da Di Bella. Il "legame idrogeno" (le due "H" unite dalla linea ondulata, a sinistra) è chimicamente impossibile e dicendo che se si fa vedere questa formula ad un qualsiasi studentello di chimica saprà dire che si tratta di una formula totalmente errata.

Partendo dal presupposto che non sono un chimico vorrei sapere se in effetti questa formula è errata perchè ciò significherebbe che questa gentaglia arriva ad attribuire delle corbellerie al Prof.Di Bella pur di infangarne la memoria.
So che questi servi dei servi dei servi vi fanno solo pena ma la gente che ha poca voglia di approfondire si ferma a queste cose traendo conclusioni sbagliate. Possibile che non c'è modo di far sì che questi articoletti diffamatori vengano cancellati dalla rete?
Ho notato che spesso il Dott. Giuseppe Di Bella risponde per le rime a questi articoli diffamatori mettendo a nudo tutta la piccolezza di questi vermi. Se c'è stata una risposta anche a questi articoli mi piacerebbe poterla leggere.
Scusate per il papiro ma non mi capacito di come al mondo possa esistere gente che per pochi spiccioli arrivi a tanto!


Abbiamo risposto su queste e su altre pagine a questi signori: non perchè le loro incolte ed incivili sciocchezze lo meritassero, ma per evitare che qualche paziente in cura ne fosse suggestionato. Una volta fatto, il nostro compito é terminato, a meno che non vi siano estremi per denunce penali: il fatto che queste stupidaggini rimangano "in rete" nuoce soltanto ai loro autori.

Lei comprenderà che quando tutta la letteratura internazionale conferma l'insolubilità o la scarsa solubilità della melatonina in acqua, sarebbe inutile rispondere; lo stesso dicasi per la pletora di pubblicazioni che hanno dimostrato come la Melatonina prodotta nel nostro organismo "viaggi" costantemente in legame con Adenosina. Per essere più chiari ancora: é stato scientificamente dimostrato, già alla fine degli anni '70, che tutta la melatonina increta a livello cerebrale e quella prodotta in numerosi altri distretti dell'organismo circola sistematicamente insieme all'adenosina.

Il grottesco fine di questi soggetti "glossofili" - mossi cioé dalla volontà di accattivarsi la gratitudine di potenti - é ridicolizzare, e quindi demolire l'attendibilità scientifica del diffamato di turno.

Inutile anche stare a disquisire sul "legame di idrogeno", sul quale sono state scritte ponderose monografie. La figura oscena che ha fatto uno di questi glossofili é avere scambiato un segno grafico finalizzato a indicare al lettore il punto interessato dal 'legame' (la "linea ondulata" citata dal minus habens), per un segno di legame.....! Quindi abbiamo a che fare con persone non in grado nemmeno di capire il senso ed il significato dei segni grafici su illustrazioni scientifiche!!! Come dire: qualcuno pretende di fare il direttore d'orchestra senza nemmeno saper leggere la musica!

La cosa é stata notata anche da addetti ai lavori sicuramente "non dibelliani", suscitando ilarità per questa ennesima sparata sulle proprie scarpe.
Ulteriore ragione di ilarità é la veramente pietosa e buffonesca figura di improbabili bufalo-busters.....incapaci di distinguere fenomeni noti a studenti liceali (senza scomodare nessuno "studentello di chimica".....): e cioé la differenza tra soluzione e sospensione. Lei può "sciogliere" anche la polvere di marmo, se per sciogliere intende esibirsi in immagini da "Paperissima" mentre gira l'acqua punteggiata dalla suddetta polvere di marmo!
Doverosa, a proposito della...instancabilità di simili soggetti, la ri-citazione del famoso motto di Dumas:
"Preferisco i malvagi agli imbecilli: almeno i primi, ogni tanto, si riposano".
Lasciamo stare quindi la critica per il servilismo: é talmente esplosiva l'imbecillità delle motivazioni da lei citate, da risultare autolesionistica per serviti e servitori.


Come vede, sarebbe imperdonabile perdere ancora tempo con giullari, truffatori da fiera paesana e compro-oro sotto processo: é gente che in altri tempi avrebbe sbarcato il lunario vendendo al mercato le penne dell'Arcangelo Gabriele.
Come si suol dire: parliamo di cose serie. Quanto ad infangare: stia tranquillo. Sarebbe l'apprezzamento di imbecilli simili a costituire un'offesa.

Saluti

STAFF D.B.I.

postato da: arcangelo (roma) in data: 2018-09-05 15:34:07.0
Buongiorno, poco fa mi sono arrivati a casa tutti i galenici necessari per poter iniziare, e far iniziare alla mia famiglia, la terapia farmacologica preventiva. A tale proposito volevo chiedervi se devo avere delle premure particolari nella conservazione dei galenici.. Ricordo di aver letto che la soluzione di retinoidi va tenuta al buio...
A parte questo ci sono altri accorgimenti da prendere? Mi è arrivato anche il flacone di vitamina E (x il mio bambino), potete dirmi gentilmente come devo conservare quest'ultimo? Grazie mille


La soluzione di retinoidi deve essere conservata al riparo dal buio e lontana da fonti di calore, ma non in frigorifero. La cosa migliore sarebbe rivestire il flacone con carta stagnola ad uso alimentare (che, detto per inciso, sarebbe meglio non adoperare nella cottura).
Anche la melatonina deve essere conservata al buio.

Minori cautele richiede la vit. E.

Cari saluti

STAFF D.B.I.

postato da: Irene (Bari) in data: 2018-09-03 12:16:00.0
Buongiorno,
Ringrazio il Sig. Nivel per l'aiuto fornitomi ma sento di dover fare una precisazione che spero possa servire sia per il Sig. Nivel che per quanti abbiano visto il video del Dott. Montanari.
Ho sempre avuto stima verso questo medico ma dopo questo video ho qualche perplessità.... Il Dott. Montanari dice che è difficilissimo contagiarsi con il batterio Clostridium tetani in quanto trattasi di un batterio debolissimo...

Da quello che so io (non sono un medico ma ho chiesto ad un medico ed ho letto qualcosa) il batterio per sopravvivere all'esterno si trasforma in spora e queste ultime sono molto resistenti. Credo che questa cosa sia vera per il semplice fatto che nei paesi in via di sviluppo il tetano è una realtà e molti bambini si ammalano alla nascita a causa degli strumenti utilizzati per il taglio del cordone ombelicale...

Se fosse vero quel che dice il Dott. Montanari questi eventi non dovrebbero verificarsi... Ho voluto fare questa precisazione perché ritengo che in questo caso il Dott. Montanari abbia dato una informazione assolutamente fuorviante.

Detto questo vorrei porre un'altra domanda: proprio ieri ho letto l'articolo sul Lisozima.... Mi sembra di aver capito che potrebbe essere utile anche per il tetano, se così fosse sapete dirmi come potrebbe essere usato in caso di ferite sospette? Messo immediatamente Sulla ferita o somministrato per via orale? Mi scuso se vi ho tediato e vi ringrazio di tutto.


Il Dr. Montanari non ha sicuramente bisogno di un nostro intervento.....Fra l'altro è estremamente cortese e disponibile nel rispondere a quesiti che gli vengano rivolti, per cui la cosa migliore é che lei lo contatti direttamente.

Ci limitamo comunque ad  osservare due cose:
1) Le drammatiche situazioni igienico-ambientali di certi paesi sono lontane anni luce dalle nostre. Questo rende improponibile qualsiasi riferimento o paragone;

2) Ad un esperto di rango internazionale come il dr. Montanari (ha partecipato a conferenze e convegni insieme a scienziati illustri, compreso il premio Nobel Montagnier....), non può essere certo contrapposto qualche anonimo mediconzolo, nè qualche notizia on line ad usum delphini, e men che meno qualche cialtronesca nullità con incarichi ufficiali in certe fondazioni di certe multinazionali del farmaco......

Quanto al Lisozima, basta leggere con un minimo di attenzione la Discussione che abbiamo dedicato a questa sostanza fisiologica scoperta da A. Fleming (sta a vedere che era pure lui antivax....!!!) per comprendere che la sostanza non é un elisir universale che guarisce dal cimurro come dalla tubercolosi, dal malocchio come dall'anoressia, ma una molecola preziosa e dolosamente trascurata nelle sue specifiche e scientificamente documentate qualità terapeutiche.


Certi trolls a reddito fisso gongolerebbero se potessero prendere spunto - disonestamente come sempre - da un'affermazione equivocata per scrivere: "ma guarda un po' che gente sono i dibelliani! Il lisozima invece dell'antitetanica! Roba da pazzi!".

Il lisozima é uno splendido e fisiologico antivirale, cioè - lo diciamo per spiegarlo ad eventuali lettori istituzionali.... - ha grande efficacia nei confronti dei virus. Occasionalmente risulta attivo  anche nei confronti di qualche ceppo batterico, prevalentemente in misura blanda.
 
Quello che sosterremo sempre é che sulla salute del prossimo deve pronunciarsi la (vera) scienza medica, e non chi emula il funzionamento delle macchine eroga-bevande (congrua monetina nella fessura=suggerimento terapeutico....), e men che meno il più squallido e mortificante trollismo.

Saluti

STAFF D.B.I.

postato da: Fulvio (Bari) in data: 2018-09-03 08:22:15.0
Caro Adolfo, scusa se m'intrometto nella discussione con il lettore Fulvio di Bari, ma col tuo consenso vorrei segnalargli il video che segue  in cui il dott. Stefano Montanari tratta proprio l'infezione del Tetano.
Sperando che ne ricavi rassicurazioni per la scelta - intelligente - da egli fatta per il suo bambino, ringrazio con i miei più cordiali saluti.


https://www.youtube.com/watch?v=ow7_cPRbZPQ


Grazie per il quanto mai opportuno ed appropriato suggerimento!
Un caro saluto


ADB

postato da: Nivel (Modena) in data: 2018-09-02 18:15:54.0
Buongiorno,
Innanzitutto chiedo scusa perché sto per porvi una domanda che non c'entra nulla con il MDB. Ma voi siete diventati per me e mia moglie un punto di riferimento, rappresentate ciò che ormai è merce rara : onestà,  professionalità,  umanità.
Vengo al dunque. Abbiamo un bambino di 19 mesi non vaccinato. Non eravamo contrari a priori ma quando abbiamo posto domande ai pediatri non ci hanno dato risposte convincenti e ci sembra evidente che ci siano molte prove del fatto che i vaccini facciano male e nessuna prova del contrario.
Siamo convinti della scelta che abbiamo fatto ma c'è una cosa che ci fa paura: il tetano! Qualche giorno fa il bambino correndo x strada è caduto sbucciandosi una mano e mia moglie è andata in ansia. Per quanto cerchiamo di fare attenzione è inevitabile che un bambino possa cadere....
Su internet si parla di spore del tetano presenti ovunque, anche nella polvere (sappiamo che internet non è attendibile ma al pediatra non ci possiamo rivolgere perché ogni volta ci fa una ramanzina sul fatto che non abbiamo vaccinato il piccolo... Se  Chiedessimo a lui probabilmente ci farebbe terrorismo psicologico!). So che non avete la sfera magica ma vorrei chiedervi se sapete se è possibile trovare il vaccino singolo o se c'è qualche accorgimento che potremmo prendere x ridurre eventuali rischi di contagio. Grazie e complimenti


La nostra posizione é nota, ed é molto più condivisa da medici e studiosi di quanto si vorrebbe far credere. Per noi dovrebbero suscitare ben maggiore allarme e maggiore apprensione i rischi da glifosati nelle farine canadesi premurosamente importate.....o quelli comportati dalle quasi infinite sofisticazioni alimentari autorizzate dal vendutismo e dall'esterofilia nazionali.

Circa l'episodio che descrive, il clima corrente di caccia alle streghe e di ritorsioni sanitario-staliniste ci obbliga a rispondere che, non avendo la veste per pronunciarci pubblicamente in modo categorico, deve ritenere quanto segue una opinione alla quale vorrà attribuire l'attendibilità che crede. L'opinione é che vi siano molto maggiori probabilità di effetti avversi da vaccino rispetto al remotissimo e scolastico rischio di tetano per una semplice sbucciatura.

Sarebbe però auspicabile che un medico e/o un pediatra si pronunciasse in merito e la rassicurasse, senza sentirsi condizionato da minacce o allettanti incoraggiamenti. Vedrà che, con un po' di pazienza e grazie a qualche informazione confidenziale (come siamo ridotti....!!!), riuscirà senza troppe difficoltà a trovarne uno che a quattr'occhi le darà il consiglio giusto.....

Cordiali saluti

STAFF D.B.I.

postato da: Fulvio (Bari) in data: 2018-09-02 08:06:01.0

Caro Adolfo,

Come di consueto, ogni tanto salta fuori, dal cilindro degli oncologi, qualche nuova cura miracolosa. Questa volta e il turno della cosiddetta CAR T, una nuova terapia cellulare in grado di fare miracoli (a detta loro) e che consiste nella riprogrammazione dei linfociti T del paziente.

In mezzo alle centinaia di articoli osannanti ne ho trovato uno che almeno solleva qualche dubbio in proposito. A parte i costi proibitivi (in America circa 475.000 dollari per ciclo di cura) il 78% dei pazienti trattati ha sviluppato una “sindrome da rilascio di citochine, una complicazione potenzialmente fatale (bazzecole) che deve essere affrontata in centri altamente specializzati e che comporta ulteriori costi di ospedalizzazione e, come se non bastasse, il 46% dei pazienti che hanno risposto al trattamento sono recidivati entro 12 mesi.

https://www.corriere.it/salute/sportello_cancro/18_agosto_29/terapie-cellulari-tumori-car-t-possiamo-davvero-permettercele-566355cc-ab66-11e8-9764-e6a99f8035d4.shtml

 

D’altronde bisognerà pure che ste povere industrie guadagnino un qualcosina. In Italia la spesa per i malati oncologici ammonta a 19 miliardi di euro di cui SOLO 4,5 per i farmaci oncologici, cosa sarà mai qualche milioncino in più per queste nuove fantasmagoriche cure?

https://www.insalutenews.it/in-salute/tumori-in-italia-costano-19-miliardi-di-euro-ogni-anno-medicina-di-precisione-la-nuova-frontiera/

 

Intanto però quasi nessuno ha parlato del fatto che uno studio ha evidenziato che il 33% dei pazienti muore per problemi cardiaci causati dalla chemio (eeee quando lo dicevamo noi ci additavano come “” Gomblottisti””) e il 51% muore per il tumore (ma non si salvavano quasi tutti?).

Un'altra domanda sorge spontanea: 33+51 fa 84% di morti. Mi sembra che questo dato non concordi molto con il mantra che ci propinano i media mainstream del” non muore più nessuno di cancro” o sbaglio?

http://www.meteoweb.eu/2018/02/tumori-terapia-oncologica-effetti-collaterali-infarto/1047007/



E' triste assistere a riprovevoli episodi come questo, diffusi ed amplificati da media acritici ed ormai totalmente asserviti.

Ogni "lancio" deve essere preparato (di questo si tratta). I costi? I costi ce li paghiamo noi, come sempre, vogliamo o non vogliamo, compresi quelli della pubblicità di panzane propinateci.

Le tue osservazioni avrebbero dovuto indurre a prudenza nei toni e nel sensazionalismo che hanno accompagnato una notizia-non-notizia. In tutti i Tg ha tuonato qualche luminare a batteria....animato da sacri fuochi ed entusiasta per questo risultato eccezionale (??). Eccolo:
un paziente in cura da febbraio (UN PAZIENTE - DA FEBBRAIO) aveva denunciato risultati eccezionali...! Ed ha aggiunto: anche se ci fosse qualche recidiva (meglio mettere le mani avanti...) sarebbe lo stesso un risultato eccezionale (??!!).


Per caso, non é che si ritiene il pubblico ancora più stupido di quanto non sia? Non é che si sta passando troppo il limite, senza nemmeno accorgersene?


Se UN caso curato da febbraio (e bisogna vedere fino a quando andrà bene...) merita titoloni sulla stampa e interviste sui TG, le centinaia di casi trattati con Mdb, in remissione totale dai...febbrai di anni ed anni or sono...cosa dovrebbero comportare? Come minimo una settimana di sfilate di luminari estasiati e festanti, accompagnati da commossi giornalisti scientifici, tra migliaia di majorettes, sbandieratori del Palio, bande, fuochi d'artificio e macchine blu con le più alte autorità dello stato che rispondono al clamore della folla con le dita della destra "a V" in segno di vittoria.

La proporzione ti sembra congrua e rapportata o no? UN- PAZIENTE-DA-FEBBRAIO / CENTINAIA-DA-ANNI!
Vedrai: qualche giorno e vedremo luminari, giornalisti scientifici, majorettes, sbandieratori ed auto blu. Come? Non ci credi?
Oh, uomo di poca fede....


ADB

postato da: Simone (Lendinara) in data: 2018-09-01 09:38:17.0
Buonasera, oggi mi sono recata in farmacia chiedendo se fosse disponibile la vitamina D Atiten, la farmacista mi ha risposto che non è più in commercio.... Al che ho chiesto se fosse disponibile la Dediol... Mi ha guardata e con uno strano ghigno mi ha chiesto: ma chi vi ha indicato queste vitamine? Ho risposto che me le aveva consigliate un medico e lei: deve essere un medico molto anziano visto che questi prodotti sono vecchi e ce ne sono tanti migliori...

Mi ha nominato un prodotto (di cui non ricordo nemmeno il nome) e al mio dire che volevo quello che avevo chiesto mi ha guardata come se fossi l'ultima delle stupide. Mi chiedo da dove nasca questa "avversione" verso questi prodotti... Alla fine si tratta di vitamine e una o l'altra dovrebbe fare poca differenza. È vero che l'Atiten non è più in commercio? So che i bambini in età pediatrica dovrebbero prendere la vitamina D3. Al mio bambino di 19 mesi il pediatra ha prescritto Nativit: potrei sostituirla con il Dediol o è troppo "forte" per un bambino così piccolo? Grazie


A quanto ci risulta l'Ati Ten dovrebbe essere nuovamente disponibile in tempi brevi. Lascia un po' perplessi che queste periodiche indisponibilità riguardino principalmente specialità solitamente consigliate anche nel Mdb, ma forse é nostra eccessiva sospettosità.....

Recita un noto detto: "a ognuno il suo mestiere". La farmacista, che farebbe bene ad attenersi a questo principio, sicuramente aderisce alla M.M. (non pensate male: é l'acronimo di "moderna medicina"): quella del parossistico tangentismo sanitario e dei S.S.S. (Successi Solo Statistici) seguiti sistematicamente da morte "dopo lunga malattia".

Il ghigno che descrive lo abbiamo visto comparire spesso sul viso di persone che nel loro campo (quello opposto all'intelligenza) sono veramente qualcuno. Saremmo curiosi di sapere che risposta darebbe la farmacista da lei citata alla domanda di quale sia il principio attivo dell'Ati Ten, quale quello del Dediol, le particolarità dei loro meccanismi d'azione, le posologie eccetera.

L'avversione da lei (e da molti) rilevata nei confronti di vitamine e sostanze fisiologiche deriva dal contrasto che queste attuano ai due princìpi fondamentali della farmacologia contemporanea:

-il malato rende se rimane malato
-la prevenzione elimina i futuri clienti.

Non c'é bisogno di aggiungere altro. Basti pensare agli elettrodomestici programmati per guastarsi, e trasferire, con le debite varianze, questa filosofia alla medicina. Che un farmaco funzioni, passi; ma che guarisca poi no!

Sulla base di quanto consigliato nell'ambito Mdb ed approvato da esperti pediatri per piccoli di 1-2 anni, possiamo riferirle che 1 goccia di Ati Ten o Dediol al giorno, a digiuno insieme ad un mezzo/un cucchiaino di vit. E (Roche) può apportare consistenti benefici senza  la minima possibile controindicazione.

Cordiali saluti

STAFF D.B.I.

postato da: Emanuela (Bari) in data: 2018-08-31 18:45:16.0
Buonasera, vorrei condividere con voi una cosa che definirei esilarante se non fosse che parliamo della salute dei bambini... Mi capita spesso di leggere su Facebook i post di un certo pediatra (....omissis) che non perde occasione per tessere le lodi dei vaccini obbligatori e per offendere medici e genitori che la pensano in modo contrario....

Ieri questo medicuccio ha pubblicato un post con il quale invitava gli utenti a non dare credito a tutto ciò che si legge in rete ma piuttosto a fare riferimento (udite udite) ai PREMI NOBEL. Non ce l'ho fatta ed ho scritto un commento in cui evidenziavo che c'è un premio NOBEL (Luc Montagnier) che non ha proprio una buona opinione delle vaccinazioni di massa.... Il mediconzolo anziché tacere (almeno a qualcuno sarebbe rimasto il dubbio che non fosse uno stupido) ha preferito parlare non lasciando dubbi sul suo quoziente intellettivo...

Ecco le sue testuali parole:"signora può capitare a tutti di soffrire di demenza senile ed è quello che sta capitando al premio NOBEL in questione "...
Non vi riporto il seguito della mia conversazione col tizio perché è sceso talmente nel ridicolo (è arrivato ad affermare che in medicina è chi dice che un farmaco fa male che deve dimostrare le sue affermazioni mentre chi dice che un farmaco fa bene non deve dimostrarlo!!!!!!!!) che ad un certo punto ha preferito sparire dalla scena...

Ora io mi chiedo come possano esistere delle persone così PICCOLE, SQUALLIDE, SCHIFOSE come questo tizio e soprattutto come possano esistere genitori che si fidando di certa gentaglia e che non hanno un minimo di curiosità e di voglia di capire dove sia la verità  ...


Cara signora,
Le violenze, le falsità e le censure verificatesi sul tema dei vaccini costituiscono la più palese e palpabile prova del livello di barbarie e illiberalità al quale può venire ridotto un intero paese. Moltitudini di utili idioti, prima abituati a tuonare e sfilare per la difesa della democrazia e delle libertà civili, hanno obbedientemente approvato la bestiale violenza ed oppressione dispiegate nei confronti di chi contestava l'ossessiva propaganda vaccinatoria.

C'è un autentico "terrore", che si percepisce anche in chi, pur investito del potere di governare il paese, non osa opporsi e dire come stanno le cose, mancando fede a promesse elettorali e dimostrando a tutti che non si può disobbedire al Grande Fratello-strozzino che oggi domina e imbavaglia il mondo.

Il giro di soldi -con allegate mega e minitangenti- è talmente vertiginoso, che ad opporsi si rischia di cadere da una finestra, avere un incidente in elicottero, o venire suicidato. Abbiamo a che fare con criminali totalmente privi di scrupoli.

Un premio Nobel si dichiara contrario? Alzheimer!
Un alto magistrato e insigne giurista (Ferdinando Imposimato) ha definito la furia vaccinale come una "colossale tangente" (sono girate notizie sulla cifra di 600 mln. di dollari): è impazzito...(ed è finita lì solo perché nel frattempo ha tolto l'incomodo morendo)!
Non esiste un solo studio epidemiologico indipendente, poliennale e controllato che dimostri l'innocuità delle polivaccinazioni? E chi se ne frega! In questo caso, quello che la sempre invocata comunità scientifica esige per autorizzare una terapia non viene preso in considerazione nemmeno quando si tratta di presunte misure di prevenzione, e nemmeno quando da prevenire non c'è che la fame di soldi e di appoggi! Tutto è lecito, e l'arroganza di questa prepotenza usuraia non cerca nemmeno giustificazioni, non vuole nemmeno salvare le apparenze, contravvenendo bestialmente e criminalmente ad un principio fondamentale della civiltà medica: occorre provare l'innocuità di un rimedio farmacologico prima di autorizzarne l'adozione (non parliamo poi per imporla!), e non - al contrario - provarne la nocività per impedirla!!!

Perfino assassini mafiosi (non quelli della nuova mafia democratica e antipopulista.....) si fermano davanti ai bambini. Gli assatanati di utili da farmaco, che farebbero rabbrividire Erode, no.
Se non si ferma questa gente (qualsiasi mezzo è lecito) verranno le vaccinazioni obbligatorie per giovani, adulti, anziani e magari anche per le mummie egizie (capirete, l'effetto gregge...).

I piccoli vermi come il pediatra da lei citato (abbiamo omesso le generalità ad evitare polemiche) sono l'ultima, estrema propaggine di questo schifo (ci si permetta di esprimerci così). Prostitute di strada da pochi spiccioli. Non ci stia male per questi servi dei servi. Tutta questa colossale piramide di malaffare e di Male potrebbe crollare: con l'aiuto di Chi ha voluto creare uomini e non vermi, ed un fattivo ed attivo impegno di tutti. Perché non si può pretendere che il mondo cambi stando seduti a girarsi le dita.

Un caro saluto

STAFF D.B.I.

ADB

postato da: Irene (Bari) in data: 2018-08-29 13:20:09.0



30 commenti postati | Inserisci commento nel Piccolo Forum